Martedì, 21 Settembre 2021
Calcio Stadio / Viale Pepe, 41

L'auspicio di Zeman contro il Palermo: "Spero che il Pescara faccia bene, è l'ultima in casa"

Domani sera sfida tra retrocesse. Il tecnico boemo: "Non credo che i miei giocatori vogliano chiudere la stagione con i fischi". E sui rosanero: "Adesso hanno questi risultati perché non hanno più campioni"

Zdenek Zeman

"Sto combattendo dall'inizio per trovare una formazione che mi regali le rassicurazioni maggiori. Tra infortuni vari e contrattempi, comunque ho fatto scendere in campo 25 calciatori in 12 gare. Purtroppo visti i risultati non ho evidentemente indovinato quella giusta". Così l'allenatore del Pescara, Zdenek Zeman, alla vigilia della partita con il Palermo, che si giocherà domani sera allo Stadio Adriatico “Giovanni Cornacchia” nel posticipo del lunedì con inizio alle ore 20:45.

Secondo il tecnico biancazzurro "abbiamo fatto delle buone gare, ma ci mancava sempre qualcosa sia nella convinzione sia nella conoscenza del gioco". Sugli stimoli di una squadra ormai retrocessa, il boemo ha poi detto: "Io mi auguro che nell'ultima partita in casa facciano bene. Non credo che i giocatori vogliano chiudere la stagione con i fischi".

"Il Palermo? Oggi non ha una guida, nell'organico, che possa trascinare la squadra come negli anni di Cavani, Lavezzi e lo stesso Dybala. Oggi il Palermo non ha questi giocatori o simili". Stamani allenamento del Delfino presso la struttura tecnico-sportiva “Poggio degli Ulivi”. Ieri tattica e partitella per il gruppo, lavoro differenziato per Davide Vitturini e Guglielmo Stendardo, terapie per Grigoris Kastanos e Alessandro Crescenzi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'auspicio di Zeman contro il Palermo: "Spero che il Pescara faccia bene, è l'ultima in casa"

IlPescara è in caricamento