rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Calcio

Un lettore: “Basta abbonamenti tv, torno alla radio”

Un nostro lettore, che si firma PescaraRoma '77, ci ha inviato una lettera per polemizzare sul "trattamento" riservato ai tifosi biancazzurri dalle pay tv durante la stagione appena conclusa

Un nostro lettore, che si firma PescaraRoma ’77, ci ha inviato una lettera per polemizzare sul “trattamento” riservato ai tifosi biancazzurri dalle pay tv durante la stagione appena conclusa. Il lettore spiega anche perché ha deciso di disdire il suo abbonamento

"La mancata promozione brucia ancora. Dopo Bologna-Pescara il calcio cadetto non sarà più quello di prima. Era nell’aria che il Bologna dovesse tornare in A, ma che a farne le spese dovesse essere proprio il miglior Pescara visto in campo non era proprio previsto. Con le regole del calcio internazionale sarebbe stato promosso il Pescara calcio. Con quelle regole il Bologna non sarebbe proprio arrivato in finale. Detto ciò, questa finale è coincisa con una serie di novità all’orizzonte per il campionato cadetto e a questo punto anche per il sottoscritto.

Nella giornata di ieri, ovvero la mattina dopo la finale, ho disdetto l’abbonamento a Mediaset Premium. Il motivo è semplice. Per i prossimi tre anni la serie B sarà un’esclusiva di Sky. Quindi perché pagare 26 euro al mese? Ma non farò l’abbonamento a Sky e spiego perché. Vivo a Roma, e quando posso seguo il Pescara sia in casa che in trasferta. Avendo un lavoro molto complicato, non sempre riesco a vedere tutte le partite in tempo reale. Aggiungiamo che dove abito è pure complicato mettere la parabola. E allora mi ero detto: “Mediaset Premium è più che sufficiente”. Eppure in questi anni ne ho subite tante. Per i colori biancazzurri non c’è mai stato massimo rispetto.

Il sabato pomeriggio, con la Diretta Premium (ovvero le azioni migliori delle gare in programma), il Pescara (non si sa per quale oscura ragione) veniva fatto vedere per pochi minuti rispetto ad altre squadre meno blasonate (qualcuno mi dice che anche su Sky la situazione non è stata migliore). Quasi sempre, poi, a fare la telecronaca c’era Federico Vespa: commenti sempre poco benevoli per il Pescara. E arriviamo alla finale di Bologna. Mai un’inquadratura verso i tifosi biancazzurri. Per riconoscere una persona amica ci dovevamo rifare sull’ex sindaco di Pescara, Luigi Albore Mascia, che veniva inquadrato ogni tanto nella tribuna d’onore tra Gianni Morandi, Cesare Cremonini, Alberto Tomba e la dirigenza del Bologna.

Veniamo ad oggi. Qualche settimana fa il presidente della Serie B, Andrea Abodi, annunciava trionfante l’accordo con Sky per il prossimo triennio. Le società saranno soddisfatte per un accordo che porterà qualche soldo in più nelle loro casse, ma, nello scenario attuale che si è creato nella guerra dei diritti televisivi del calcio, a rimetterci saranno proprio i tifosi della Serie B. Innanzitutto i costi di Sky sono leggermente più alti (anche se ora promettono offerte e vantaggi a non finire). Inoltre, non tutti possono installare una parabola in casa.

Ci sarebbe la nuova opzione web tv, ma si deve disporre di un collegamento super veloce, e soprattutto non bisogna dimenticare che sul web una partita la vedi con un ritardo a volte superiore al minuto. Insomma, quello che è “il campionato degli italiani” in realtà sarà un campionato per pochi. La Serie B anni fa era stata un ottimo esempio, trasmettendo incontri in modalità free anche su Rai Sport. Oggi, invece di tenere conto delle particolarità del territorio, dando quindi possibilità a più piattaforme (digitale, satellite e web) di avere i diritti, si è preferita la strada dell’operatore unico. Vale a dire una sorta di monopolio.

Sarà difficile in futuro per me non poter vedere in tv in tempo reale il Pescara. Ma il mio sostegno non mancherà. Sarò incollato alla radio come ai vecchi tempi e seguirò sui siti web il commento e la cronaca dei tifosi. In tv su Rai Sport (‘90° Minuto Serie B’ c’è sempre, mi pare) per rivedere pillole di gara. E poi andrò, quando possibile, allo stadio per stare insieme al popolo biancazzurro".

PescaraRoma ‘77

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un lettore: “Basta abbonamenti tv, torno alla radio”

IlPescara è in caricamento