menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescara Ascoli 1-1: finisce con un pareggio l'attesa sfida contro i marchigiani

Finisce con un pareggio l'attesa ed emozionante sfida all'Adriatico Cornacchia. Tante emozioni e la squadra di Pillon che non riesce a sfruttare un calcio di rigore e la superiorità numerica nel secondo tempo

Finisce in pareggio l'attesissimo match fra Pescara ed Ascoli, un match ricco di emozioni all'Adriatico Cornacchia davanti a circa 10.000 tifosi ed oltre 2.000 sostenitori marchigiani. Partita intensa, ad alta intensità fino all'ultimo minuto, con i biancazzurri che però non riescono ad approfittare di un calcio di rigore nel primo tempo e della superiorità numerica negli ultimi 20 minuti.

Pescara Ascoli: la cronaca

Primo tempo che mantiene le aspettative: partita frizzante con molti cambi di fronte ed occasioni per entrambe le squadre. Il Pescara parte bene e nei primi minuti si fa vedere dalle parti di Lanni senza però impensierirlo. Anche l'Ascoli tenta qualche conclusione ma nulla che possa creare grossi pericoli. Al 17' calcio di rigore per il Pescara, ma Mancuso si fa parare il penalty dall'ottimo Lanni.

Al 26' brivido nell'area dei biancazzurri: il Pescara rischia l'autogol per un liscio di Gravillon con Fiorillo che non trattiene e la palla rimbalza su Ardemagni che non riesce a deviare in porta ed il portiere pescarese blocca finalmente il pallone. Cinque minuti dopo due cartellini gialli rispettivamente per Ardemagni e Gravillon per un'accesa discussione dopo un contrasto. Al 42' ammonizione per Perrotta per un fallo su Ngombo, mentre due minuti dopo conclusione pericolosa di Mancuso deviata in angolo ancora dall'ottimo Lanni, che si ripete tre minuti dopo al 45', sugli sviluppi di un calcio di punizione per un fallo commesso da D'Elia. Il portiere marchigiano respinge di piede un colpo di testa di Memushaj e salva il risultato per l'Ascoli.

---

Nessun cambio nell'intervallo. La partita si sblocca: al 5' Brugman porta in vantaggio il Pescara. Sugli sviluppi di un'azione dei biancazzurri, rasoiata rasoterra dal limite dell'area imprendibile per il portiere dell'Ascoli. La partita si accende e l'Ascoli tenta una reazione senza però concretizzare, ma anche il Pescara non molla. Al 61' palo dell'Ascoli con un tiro da fuori di Cavion e Fiorillo battuto. Al 64' arriva il pareggio dell'Ascoli: Ardemagni con un pallonetto supera Fiorillo su assist di Rosseti. Al 70' esplusione per D'Elia dell'Ascoli per doppia ammonizione. La partita continua a regalare emozioni, con cambi di fronte e diversi ammoniti per entrambe le formazioni. Il Pescara però non approfitta della superiorità numerica ed anzi è l'Ascoli che insiste e spinge per cercare la vittoria. All'88' Ninkovic calcia di poco alto sopra la traversa. Nel finale cala il ritmo ed al 94' l'arbitro fischia la fine dell'incontro.
Tanti rimpianti per i biancazzurri che avrebbero potuto portare a casa tre punti preziosi per balzare in cima alla classifca, Ascoli che ha meritato il pareggio dimostrando in più occasioni di non volersi accontentare di un punto nonostante l'uomo in meno.

PESCARA ( 4 3 3 ) Fiorillo; Balzano, Perrotta, Gravillon, Del Grosso; Brugman, Machin, Memushaj; Mancuso, Monachello, Marras All. Pillon

A disposizione Kastrati, Fornasier, Ciofani, Scognamiglio, Elizalde, Melegoni, Palazzi, Crecco, Antonucci, Cocco, Del Sole

ASCOLI ( 4-3-1-2) Lanni; Laverone, Padella, Valentini, D’Elia; Addae, Cavion, Frattesi; Ninkovic; Ngombo, Ardemagni All. Vivarini

A disposizione Perucchini, Bacci, De Santis, Quaranta, Kupisz, Casarini , Parlati, Carpani, Troiano, Baldini,Beretta, Rosseti

Reti: 5′ st Brugman, 20′ st Ardemagni

Ammonizioni: Ardegmani, Gravillon, Perrotta, Brugman, Balzano, Del Grosso

Espulso al 26′ st D’Elia

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento