Sabato, 16 Ottobre 2021
Calcio

Il Penne ci prova, ma cade al "Colangelo": L'Aquila è un carro armato e passa (0-2)

La squadra di Iodice regge un tempo, poi l'infortunio di Cacciatore e qualche disattenzione difensiva fatale contro la corazzata del campionato

Prima sconfitta stagionale per i biancorossi, che in casa devono arrendersi a L'Aquila capolista a punteggio pieno, che con un uno-due nella ripresa sbanca il Colangelo. Match discreto quello giocato dai ragazzi di Iodice costretti a rinunciare dopo pochi minuti all'infortunato Cacciatore, ma bravi nella prima frazione a reggere la forza d'urto degli ospiti. Nella ripresa il match si sblocca dopo 8 minuti, quando Acosta trova il varco giusto per trafiggere di testa D'Amico. Reazione vestina arginata dagli aquilani con i padroni di casa che recriminano per un presunto penalty, ma vengono puniti dal nuovo entrato Tankulijc che chiude i giochi. Nel finale due tentativi infruttuosi di Serti e rete del tris aquilano annullata a Cellucci per posizione di offside. Si torna ora in campo mercoledì alle 15:00 sul difficilissimo campo del Capistrello per il primo turno infrasettimanale della stagione.

Mister Iodice deve rinunciare ancora all'infortunato Pastafiglia, stringe i denti Cacciatore che uscito malconcio dal match di Francavilla scende in campo dal primo minuto ma sarà comunque costretto a dare forfait nel primo tempo; a centrocampo Rossi vince il ballottaggio con Grasso per il posto da titolare al fianco di Silvestri, in avanti scalpita Guerra autore di tre reti nelle prime due gare di campionato.
Sul fronte opposto mister Federico Giampaolo deve rinunciare all'infortunato Brunetti sostituito da Lucarino, per il resto ha solo l'imbarazzo della scelta con una rosa di categoria superiore a disposizione e tante alternative, con il pennese Falzano tra i pali e l'ex di turno, Rosario Di Ruocco, a formare il tridente completato da D'Ecole (preferito a Tankulijc) ed il centravanti Acosta.

Prime fasi del match di studio, L'Aquila prova a fare la partita, i biancorossi chiudono gli spazi e provano a ripartire ma al 26' devono rinunciare a Cacciatore, uscito per infortunio sostituito da Del Biondo, perdendo di fatto l'uomo più capace di alzare il baricentro. 
La prima occasione del match arriva così solo al 31' ed è di marca ospite: Pejic crossa sul secondo palo per Acosta che fa la sponda per Di Ruocco che, decentrato, supera D'Amico grazie ad un rimpallo e crossa centralmente per D'Ercole che, di testa a due passi dalla porta sguarnita, manda a lato. 
Al 35' ci prova ancora D'Ercole con un calcio di punizione dal limite che si spegne tuttavia alto senza creare grattacapi all'estremo difensore pennese. Si va così negli spogliatoi sul risultato di parità con i ragazzi di mister Iodice bravi a chiudere gli spazi ad un avversario solido, ben messo in campo, e ricco di individualità che alla fine faranno la differenza.

Nella ripresa il match si sblocca quasi subito, all'8' quando Ponzi dalla sinistra pesca l'ottimo inserimento di Acosta che brucia la difesa di casa e di testa appoggia all'angolino la palla del vantaggio. 
Dopo un tentativo di Palumbo, sulla cui punizione è abile D'Amico a sventare in tuffo, il Penne si scuote: al 17' bello scambio Silvestri-Di Fazio-Silvestri a centrocampo e tocco per il nuovo entrato Serti che al limite dell'area prova la conclusione a giro sul secondo palo che si spegne alta. 
Al 20' sugli sviluppi di un corner cade in area capitan D'Addazio toccato da un difensore ospite, tutto regolare per il signor Cavacini che lascia correre.
Al 22' con una fiammata arriva il raddoppio ospite che chiude il match: grandissima giocata di D'Ercole, in assoluto il migliore dei suoi, che supera Leone sulla destra ed entra in area, tocco centrale per il nuovo entrato Tankuljic che in spaccata infila in porta la palla dello 0-2.
Match praticamente in ghiaccio con i biancorossi che provano a rendere meno amara la sconfitta prima con Rossi (calcio di punizione alto), poi con Serti che si destreggia bene in area ma calcia debolmente sul primo palo un pallone facile preda di Falzano.
Nel finale L'Aquila prova a sfruttare gli spazi e Cellucci, entrato da pochi minuti, si vede annullare il gol del 3-0 per una posizione di fuorigioco.

Termina così con la prima sconfitta stagionale il match del Colangelo, al cospetto di un avversario di categoria superiore che, probabilmente, disputerà un campionato a parte. Per i padroni di casa l'alibi dell'infortunio di Cacciatore e qualche recriminazione per non aver probabilmente gestito al meglio le occasioni delle due reti ospiti. L'occasione per il riscatto si presenterà tuttavia con la difficile trasferta di Capistrello in programma mercoledì ed il prossimo impegno casalingo che vedrà i biancorossi affrontare il 2000 Calcio Montesilvano al "Colangelo" domenica prossima.

PENNE-L'AQUILA 0-2 (0-0)

PENNE: D'Amico, Mennillo, Leone, Rossi, Ranalli (33'st Grande), D'Addazio, Guerra (40'st Barlaam), Silvestri, Fulvi (30'st Di Fazio), Cacciatore (27'pt Del Biondo), Cutilli (15'st Serti). A disposizione: Egidio, Perozzi, Iezzi, Grasso. Allenatore: Iodice

L'AQUILA: Falzano, Ponzi, Tempestilli, Bedin, Lucarino, Scognamiglio, D'Ercole (39'st Alfonsi), Pejic (25'st Di Norcia), Acosta (33'st Cellucci), Palumbo (20'st Tankulijc), Di Ruocco (15'st Carbonelli). A disposizione: Bozzi, Simoni, Pierreton, Ravanelli. Allenatore: Giampaolo

Arbitro: Cavacini di Lanciano

Reti: 8'st Acosta, 22'st Tankuljic

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Penne ci prova, ma cade al "Colangelo": L'Aquila è un carro armato e passa (0-2)

IlPescara è in caricamento