Calcio, Bettella saluta Pescara e i tifosi: "Qui ho provato emozioni uniche"

Bettella, 20 anni arrivato a gennaio 2019 in prestito dall'Atalanta, lascerà il capoluogo adriatico per fare ritorno in Lombardia

Daivde Bettella, il difensore centrale del Pescara saluta la città e i tifosi visto che non nel prossimo campionato non vestirà la maglia biancazzurra.
Bettella, 20 anni arrivato a gennaio 2019 in prestito dall'Atalanta, lascerà il capoluogo adriatico per fare ritorno in Lombardia.

Subito dopo dovrebbe essere girato al neo promosso Monza di mister Brocchi.

Questo quanto condiviso su Instagram da Bettella per salutare Pescara:

«Non avrei sopportato un finale diverso perché l’unica cosa che volevo io e che volevamo tutti noi era salvarsi. È stato un anno complicato, difficile, pieno di difficoltà, lungo, lunghissimo, diverso da tutti gli altri. Potevamo e dovevamo fare di più soprattutto per chi non ha mai smesso di credere in noi ma adesso bisogna guardare avanti. Io voglio ringraziare il Pescara e la sua gente perché in questo tempo trascorso insieme mi sono sentito a casa, ho conosciuto professionisti seri, grandi lavoratori, compagni e amici, persone fantastiche grazie alle quali sono cresciuto sia in campo ma soprattutto fuori, come calciatore e come uomo. Non voglio dimenticare nessuno perché TUTTI hanno reso indimenticabile questa mia esperienza: dal presidente, ai direttori e agli allenatori, dagli staff tecnici e medici ai magazzinieri. Per me Pescara è famiglia, è il cielo azzurro e i tifosi splendidi che non ti lasciano mai solo. Pescara è professionalità e rapporti veri, sudore e dedizione, fatica e lavoro. Pescara è felicità di allenarsi, scendere in campo per vincere, ambizione, voglia di lottare e raggiungere gli obiettivi che sembrano impossibili. Pescara non molla mai e supera anche gli ostacoli più complicati. Pescara è un sentimento bellissimo che mi ha cambiato la vita. Qui ho provato emozioni uniche che mi porterò nel cuore per sempre e sono orgoglioso di aver indossato questa maglia, che partita dopo partita è diventata una seconda pelle. Ho pianto di gioia, come dopo il mio primo goal tra i professionisti e adesso le mie lacrime sono di tristezza perché lascio un pezzo di cuore. Grazie PESCARA!“.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, l'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Marsilio annuncia: "Proroga di una settimana della zona rossa per l’Abruzzo"

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

  • Carenza di vitamina D: 10 alimenti per integrarla e rafforzare il sistema immunitario

  • L'Abruzzo rimane zona rossa, tutte le regioni restano nell'attuale fascia di appartenenza

Torna su
IlPescara è in caricamento