Calcio

Chievo-Pescara 2-0: ritorno al passato per il Delfino, a Verona le prende da Birsa e Castro

Battuta d'arresto per i biancazzurri dopo la grande prestazione con il Genoa. Zeman: "Purtroppo questa è stata un'occasione persa per noi. Ciò che più mi dispiace è di non avere visto oggi la giusta cattiveria da parte dei ragazzi"

L'effetto Zeman è già finito? Difficile dirlo. Certo è che, dopo l'incredibile goleada al Genoa, si sapeva che il Pescara contro il Chievo Verona avrebbe dovuto giocare tutta un'altra partita. E invece, troppo timido e arrendevole, il Delfino visto al Bentegodi non ha mai complicato davvero la vita alla squadra di casa, rimediando una sconfitta per 2-0 nella 26esima giornata del campionato di Serie A.

I GOAL - La prima marcatura è stata siglata da Birsa al 12' del primo tempo: il giocatore veneto ha raccolto una corta respinta della retroguardia biancazzurra e l'ha trasformata in un sinistro a giro che non ha lasciato scampo a Bizzarri. Si è andati così a riposo sul risultato di 1-0. Al 16' della ripresa il Chievo ha concesso il bis, partendo da un contropiede non sfruttato prima da Meggiorini e poi da Gakpé. Quando però la palla è arrivata a Castro, quest'ultimo non è si fatto trovare impreparato e ha depositato di piatto nella porta sguarnita. Gli abruzzesi ci hanno provato, ma non sono riusciti a reagire per tutto il resto dell'incontro. 

IL COMMENTO DI ZEMAN - CLICCA SU "CONTINUA"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chievo-Pescara 2-0: ritorno al passato per il Delfino, a Verona le prende da Birsa e Castro

IlPescara è in caricamento