Chievo-Pescara 1-0, il Delfino dovrà giocarsi ai playout la permanenza in Serie B

E non è neanche detto: qualora infatti il collegio arbitrale dovesse restituire al Trapani i 2 punti attualmente sottratti alla compagine siciliana (o anche solo 1 punto), gli abruzzesi retrocederebbero direttamente in Lega Pro

Chievo-Pescara termina 1-0, e adesso il Delfino dovrà giocarsi ai playout la permanenza in Serie B. Ironia della sorte, la squadra di Sottil affronterà il Perugia dell'ex Oddo: proprio colui che, vincendo qualche anno fa i playoff, portò i biancazzurri nel massimo campionato, adesso sarà virtualmente chiamato a decidere o meno le sorti del Delfino.

E dire che, sempre in tema di fortuna, gli abruzzesi avevano già questa sera la possibilità di essere padroni del proprio destino, ma hanno deciso - verso il finale - di buttare tutto alle ortiche. L'ultima gara in trasferta per il Pescara è andata, insomma, come peggio non si poteva immaginare. Bisognava vincere per mantenere la categoria. Purtroppo è finita malissimo.

Chievo-Pescara: la cronaca

Nei primi 20 minuti di gioco non succede granchè. Il primo brivido vero arriva al 24': destro secco di Segre dall'interno dell'area verso l'angolino basso, Fiorillo si distende e sventa il pericolo. Al 45' un'altra botta di paura: Vignato crossa al centro, arriva Djordjevic che colpisce il pallone e il suo tentativo sfiora il palo. Il primo tempo si conclude sul parziale di 0-0.

Ritmi bassi anche nella ripresa, ci si sveglia soltanto a pochi minuti dal triplice fischio: all'86' c'è un miracolo di Fiorillo sul destro a botta sicura di Garritano, che aveva tirato a distanza ravvicinata approfittando di un corner. E due minuti più tardi, cioè all'88', ecco il goal di Vignato: la sfera danza in area di rigore sugli sviluppi di un calcio di punizione e beffa l'incolpevole Fiorillo.

A quel punto scatta l'assedio da parte degli adriatici, che hanno bisogno del pareggio per centrare la salvezza matematica, ma il risultato non cambia. E, come se non bastasse, ora piove sul bagnato: i playout, infatti, potrebbero non essere scontati. Qualora il collegio arbitrale dovesse restituire al Trapani i 2 punti che gli sono stati sottratti (o anche solo 1 punto), gli abruzzesi retrocederebbero direttamente in Lega Pro. Non resta dunque che incrociare le dita e sperare: la decisione sul ricorso della compagine siciliana ci sarà il 6 agosto.

Chievo-Pescara: il tabellino

CHIEVO (4-3-3): Semper; Dickmann, Laverbe, Rigione, Renzetti, Segre, Obi, Garritano, Vignato, Djordjevic, Ceter. A disp.: Nardi, Enyan, Cotali, Cavar, Zuelli, Karamoko, Esposito, Ivan, Di Noia, Morsay, Ongenda, Grubac. All. Aglietti

PESCARA (4-3-2-1): Fiorillo; Drudi, Bettella, Del Grosso, Zappa, Busellato, Palmiero, Galano, Memushaj, Galano, Maniero. A disp.: Alastra, Campagnaro, Elizalde, Scognamiglio, Masciangelo, Kastanos, Clemenza, Bruno, Melegoni, Pucciarelli, Borrelli, Pavone. All. Sottil 

Reti: Vignato 88'

Ammonizioni: Memushaj (P)

Recupero: 2' pt, 6' st

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, l'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

  • Carenza di vitamina D: 10 alimenti per integrarla e rafforzare il sistema immunitario

  • L'Abruzzo rimane zona rossa, tutte le regioni restano nell'attuale fascia di appartenenza

Torna su
IlPescara è in caricamento