rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Calcio

Chiese chiuse a Pasqua, Legrottaglie: "Ma possiamo invitare Dio da noi"

L'allenatore del Pescara, molto credente (è anche un "atleta di Cristo"), vede in questa chiusura forzata un'opportunità nuova, per poter stare a contatto diretto con Dio. Ecco le sue parole affidate a un post su Facebook

Ieri, nella giornata della Domenica delle Palme, l'allenatore del Pescara Nicola Legrottaglie ha detto la sua sull'idea di Matteo Salvini (Lega), che ha proposto di riaprire le chiese in occasione della santa Pasqua:

"Qualcuno chiede di aprire le chiese a Pasqua - si legge in un post su Facebook - Una chiesa vuota è come uno stadio a porte chiuse, non si condivide l’emozione del contenuto, ma non credo sia più importante dell’emergenza sanitaria. E poi ci offre l’opportunità di invitare il Protagonista a casa nostra".

Legrottaglie cita Jovanotti: “Io lo so che non sono solo anche quando sono solo”

Dunque Legrottaglie, molto credente (è anche un "atleta di Cristo"), vede in questa chiusura forzata un'opportunità nuova, per poter stare a contatto diretto con Dio:

"Immaginate di avere la squadra del cuore nel vostro soggiorno. E moltiplicatela. All’infinito. Se non possiamo andare in chiesa, possiamo invitare Lui da noi. Potrebbe essere una Pasqua memorabile".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiese chiuse a Pasqua, Legrottaglie: "Ma possiamo invitare Dio da noi"

IlPescara è in caricamento