Chef Ruffi cucina (male) gli arrosticini [VIDEO]

Una provocazione in piena regola

 

Carne di mucca, basilico e un mix di sale, pepe e glutammato. Inizia più o meno così il video postato da chef Ruffi, praticamente un troll della cucina italiana, che riprende ricette e piatti tipici e li profana. Questa volta la mala sorte è toccata agli arrosticini abruzzesi, che, solo poche settimane fa, sono stati dissacrati nella versione burro e salvia di Roberta Capua.

Chef Ruffi ha fatto, è il caso di dirlo, arruffare gli abruzzesi che immediatamente hanno gridato al disastro gastronomico.

Ma, in fondo, dietro la fenomenologia social, analizzata anche da Gambero Rosso, che considera Ruffi il peggio cuoco italiano al mondo (https://www.gamberorosso.it/notizie/articoli-food/il-peggior-cuoco-italiano-al-mondo-intervista-a-chef-ruffi/), c’è proprio la formula di riprodurre ricette tipiche e intoccabili in chiave disgustosa, sgradevole ed essenzialmente sbagliata.

Nessuno sa chi sia chef Ruffi, che registra sui social grandi numeri, tra fan appassionati e innumerevoli insulti. Nei suoi video non si vede mai in volto: si possono vedere solo le mani, sempre coperte da guanti di lattice azzurro e la voce dall’accento del sud.

Torniamo agli arrosticini di chef Ruffi: perché il presunto cuoco ha deciso di prendersela con uno dei simboli gastronomici abruzzesi? Non è dato saperlo, ma sicuramente ha portato a casa un ottimo risultato. Perché, se l’intenzione era quella di far arrabbiare la gente d’Abruzzo, dobbiamo ammettere che ci è davvero riuscito.

Potrebbe Interessarti

Torna su
IlPescara è in caricamento