rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024

VIDEO | Il candidato sindaco del centrosinistra D'Addazio: "Montesilvano deve tornare ad essere protagonista in Abruzzo"

Fabrizio D'Addazio, noto imprenditore nel settore dei noleggi, si presenta alla città di Montesilvano guidando la coalizione composta da Pd, M5S, Avs e forze civiche

Montesilvano deve tornare ad avere un ruolo cruciale in Abruzzo, soprattutto adesso nel momento della transizione verso la Nuova Pescara. A dirlo Fabrizo D'Addazio, noto imprenditore nel settore dei noleggi e già assessore oltre 20 anni fa che sarà il candidato sindaco per il centrosinistra assieme al M5s e ad Alleanza Verdi e Sinistra italiana. Una coalizione ampia che, come ha spiegato lo stesso D'Addazio durante la presentazione ufficiale in sala consiliare, è stato il requisito da lui chiesto per scendere in campo, per avere l'unione di tutte le forze di centrosinistra e anche delle liste civiche di quell'area al fine di proporre un'alternativa al centrodestra che in questi anni, secondo D'Addazio, avrebbe governato senza slancio, e soprattutto guardando alle poltrone e agli interessi di partito.

A presentare il candidato il segretario regionale del Partito Democratico Daniele Marinelli:

"Una sfida importantissima per la terza città d'Abruzzo e nell'ottica della Nuova Pescara. È una candidatura forte, in grado di fare sintesi, apprezzata da tutti per battere la destra. Sono convinto di poter replicare qui il modello del Patto per l'Abruzzo per unire tutte le forze di centrosinistra e il M5s ma si può allargare ulteriormente il perimetro di tutte le forze alternative alla destra. L'attuale amministrazione si è disinteressata del processo di fusione portando Montesilvano ad avere una posizione marginale e subordinata a Pescara. Vogliamo raccontare il progetto per il futuro della città, e siamo convinti anche grazie alle divisioni interne del centrodestra, di poter vincere questa sfida con un'ottima campagna elettorale".

Daniele Licheri di Sinistra Italiana e alleanza Verdi Sinistra italiana:

"La nostra idea è quella di mettere insieme le forze progressiste. Montesilvano merita di poter tornare a contare eliminando la logica delle poltrone e degli interessi politici del centrodestra. Montesilvano vuole nuovi volti per essere rappresentata e vogliamo costruire liste forti e con Fabrizio questo allargamento ci sarà. A giugno vogliamo un sindaco progressista per questa città. Montesilvano non è un paesino. Siamo convinti che questa sia la scelta giusta".

Il consigliere regionale Antonio Di Marco:

"Fabrizio D'Addazio è la scelta giusta: è un imprenditore e quindi dobbiamo ringraziarlo perchè scendere in campagna elettorale vuol dire fare dei sacrifici e delle rinunce sia dal punto di vista lavorativo che familiare. Montesilvano ha bisogno di un cambio di passo. I partiti qui presenti e le realtà civiche vogliono presentare un progetto nuovo per Montesilvano, al centro di un'esperienza amministrativa di riferimento regionale. In questi anni non ho visto ambizione,ricordo che le opere più importanti realizzate sono state appaltate e finanziate dalle precedenti amministrazioni di centrosinistra. A Montesilvano ci si è occupati dell'ordinario, ma questo non basta soprattutto a tre anni dalla fusione con Pescara. Questi tre anni saranno cruciali: governare bene porterà la città a non essere un quartiere di Pescara, ma un territorio con un'identità forte e precisa".

Il capogruppo uscente del Partito democratico Enzo Fidanza:

"Finisce una consiliatura con luci e ombre: abbiamo attraversato il momento drammatico del Covid dove abbiamo visto un'organizzazione anche a Montesilvano di ottimo livello. Abbiamo però visto tante ombre: dalla sistemazione dell'aula consiliare a capitoli ben più importanti come la gestione dei fondi del Pnrr e come opposizione abbiamo battagliato in consiglio per realizzare opere importanti soprattutto nel momento di costruzione della fusione verso la Nuova Pescara, opere sinergiche nel contesto più ampio di quello comunale, con una logica di area metropolitana. Tutto questo percorso ora dovrà essere seguito da Fabrizio D'Addazio in caso di vittoria: una legislatura monca solo dal punto di vista temporale, ma non per l'importanza e l'impegno che dovranno essere profusi in questi due anni e mezzo."

Il candidato Fabrizio D'Addazio ha infine spiegato che in caso di vittoria sarà il sindaco di tutti, non di una sola parte politica o di alcuni portatori d'interesse, aggiungendo che la proposta arrivata di essere il candidato sindaco lo ha riempito d'orgoglio: "Ho 60 anni e dopo tanti anni in cui questa città mi ha dato tanto dal punto di vista umano e lavorativo, è arrivato il momento di ridare indietro qualcosa a tutto il territorio, e il mio obiettivo è proprio quello di far ripartire con ambizione e concretezza Montesilvano".

Copyright 2024 Citynews

Video popolari

VIDEO | Il candidato sindaco del centrosinistra D'Addazio: "Montesilvano deve tornare ad essere protagonista in Abruzzo"

IlPescara è in caricamento