rotate-mobile
Politica

Modifiche al trasporto pubblico su viale Marconi e in tutta Porta Nuova: il Comune convoca Tua, Aci, sindacati e associazioni

In vista dell'eliminazione di una delle due corsie preferenziali e il ritorno dei parcheggi con anche l'eliminazione dei semafori e la probabile chiusura delle rotatorie, l'assessore comunale alla Mobilità Luigi Albore Mascia e il sindaco incontreranno le parti interessati per trovare le giuste soluzioni in vista della nuova viabilità

Come annunciato al termine del tavolo su viale Marconi tenutosi in Comune, l'assessore alla Mobilità Luigi Albore Mascia ha convocato la Tua per parlare delle modifiche che saranno apportate a viale Marconi e, in generale, alla viabilità di Porta Nuova in vista soprattutto dell'apertura della nuova via Benedetto Croce.

Un incontro cui sono stati chiamati a partecipare anche i sindacati e cioè Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Faisa Cisal che delle problematiche riscontrate dagli autisti nell'attraversare viale Marconi interessarono anche la prefettura, Legambiente e Fiab che il tema della mobilità sostenibile lo hanno portato al tavolo comunale. Un secondo incontro lo avrà anche con il presidente dell'Aci Pescara (Automobile club Italia) Giampiero Sartorelli che si era detto meravigliato, ma non stupito del mancato invito a quel primo tavolo.

Al centro degli incontri con Tua e gli altri interlocutori ci sarà dunque il tema del trasporto pubblico in relazione alla revisione del progetto che prevede tra le altre cose, l'eliminazione della corsia lato monte degli autobus e il ripristino quindi dei parcheggi. Una corsia quella degli autobus, torna a ribadire l'assessore, prevista nel progetto esecutivo approvato il 24 maggio 2019 rivendicando in qualche modo ancora una volta il fatto che quel progetto sarebbe stato ereditato.

All'incontro ci sarà anch e il sindaco Caarlo Masci che sottolinea di aver ricordato anche alle associazioni e il comitato Salviamo viale Marocni presenti all'incontro del 21 febbraio, che l'approfondimento interno sulle modifiche alla viabilità è stato avviato a dicembre “tenendo conto proprio delle sollecitazioni giunte dal territorio, tutte finalizzate a superare il progetto dell'agosto 2018, sfociato nell'esecutivo del 2019, approvato pochi giorni prima delle ultime elezioni amministrative”.

“Con i tecnici abbiamo valutato come procedere, muovendo da tutti gli elementi nuovi che sono emersi in questi anni e dallo scenario che si è andato determinando a Porta Nuova”, dichiara riferendosi a via Benedetto Croce, i tre tratti di strada pendolo con il terzo, via Pantini, che aprirà al termine del cantiere che interessa la limitrofa riserva integrale della pineta dannunziana, via Andrea Doria dove pure si sta lavorando e viale Primo Vere interessato anche questo da un cantiere. Uno scenario in cui si inseriscono, afferma il sindaco, il collaudo finalmente arrivato per viale Marconi, ma anche l'abbattimento dello svincolo a trombetta atteso da tempo e il crollo della galleria San Silvestro “che contiamo di vedere riaperta al più presto, dopo il crollo, e su questo abbiamo già sollecitato l'Anas”.

“Il lavoro del Comune si concluderà a breve e sarà una sintesi tra l'attività già svolta da dicembre ad oggi e le istanze puntuali che stiamo raccogliendo su posti auto, corsie ciclabili, semafori e rotatorie, tutte finalizzate a superare il progetto del centrosinistra datato 2019 e le successive modifiche, che oggi è possibile rivedere alla luce delle novità di cui sopra”, dice ancora.

“Come detto, non potevamo non realizzare l'opera pena la perdita del finanziamento europeo. L'obiettivo è trovare un punto di equilibrio, seguendo i desiderata dei cittadini – conclude Masci -, per avviare prima una sperimentazione e poi uno studio sulla viabilità dell'intera Portanuova”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Modifiche al trasporto pubblico su viale Marconi e in tutta Porta Nuova: il Comune convoca Tua, Aci, sindacati e associazioni

IlPescara è in caricamento