Politica Portanuova / Viale Guglielmo Marconi

Prolungamento filovia lungo viale Marconi, Foschi: "Spariranno 96 parcheggi"

Il presidente della commissione mobilità esprime dubbi sul progetto che prevede la prosecuzione dell'asse filoviario e la nascita di una corsia dedicata ai mezzi pubblici

Rivedere e valutare con attenzione il progetto dell'allungamento dell'asse filoviario lungo viale Marconi, coinvolgendo cittadini ed associazioni di categoria considerando l'alto impatto che avrà sull'intero sistema viario ed economico della zona, con la perdita di 96 posti auto che saranno solo in parte recuperati e non lungo l'asse viario stesso. Il presidente della commissione mobilità Foschi, assieme al presidente Pastore della commissione lavori pubblici, ha esaminato questa mattina il progetto presentato dall'architetto Pardi e voluto dall'amministrazione Alessandrini, finanziato per 1,3 milioni di euro che potrebbero eventualmente anche essere recuperati in caso di sospensione del progetto.
Secondo Foschi, l'idea del progetto è lodevole, ovvero incentivare l'uso dei mezzi pubblici da parte di studenti, pensionati, dipendenti e lavoratori che solitamente usano l'auto o il motorino per spostarsi in quella zona, ma va valutato anche l'impatto che avrà sulla zona, con una corsia preferenziale destinata esclusivamente ai mezzi pubblici ma solo in direzione nord - sud:

L’intervento, per il quale è già pronto il progetto definitivo ed esecutivo, riguarda l’asse nel tratto compreso tra piazza Unione e l’Agip dinanzi all’università d’Annunzio, quindi dovrebbe rappresentare la prosecuzione della filovia che, partendo dalla strada parco, dovrebbe continuare la sua marcia su corso Vittorio Emanuele e, appunto, via Marconi, dove marcerebbe a batteria. Fin qui le notizie positive, che però non compensano, o lo fanno solo in parte, quelle negative perché la realizzazione del progetto determinerà la perdita immediata di 96 stalli per la sosta, ovvero cancellerà tutti i parcheggi su via Marconi lato monte. Secondo il progetto, ne verrebbero recuperati circa 67 nelle zone limitrofe, ovvero 31 nell’area ex Forese, un rettangolo compreso tra via Marconi e via dei Peligni; 18 in via Tibullo, su un’area già aperta alla sosta tra via Tibullo e via dei Pretuzi; altri 18 tra via Marco Polo e via Nazario Sauro, terreni di cui il Comune dovrebbe divenire proprietario in quanto cessioni all’interno di comparti.

NO ALLA PISTA CICLABILE IN VIALE DELLA PINETA?

Secondo Foschi, il progetto tiene conto solo della mobilità in direzione nord - sud e non di tutti quei flussi di traffico, importanti, che provengono da ovest ovvero dall'hinterland pescarese che non avrà alcun beneficio da questo progetto, continuando ad usare l'auto.

"Gli autobus su via Marconi, come da progetto, marceranno su una corsia preferenziale solo in direzione nord-sud, mentre in direzione sud-nord torneranno a condividere il percorso con il traffico privato, di fatto vanificando anche la velocità di marcia acquisita in un senso di marcia. Francamente riteniamo che il progetto meriti una riflessione più approfondita prima di partire con le eventuali gare d’appalto"

Foschi ha poi fatto sapere che l'idea dell'amministrazione comunale è quella di coinvolgere direttamente le parti in causa come i cittadini ed i commercianti attraverso un referendum.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prolungamento filovia lungo viale Marconi, Foschi: "Spariranno 96 parcheggi"

IlPescara è in caricamento