rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Politica Portanuova / Viale Guglielmo Marconi

Troppe barriere e troppi ostacoli per i disabili in viale Marconi, Giampietro (Pd): "Situazione incredibile"

Sopralluogo questa mattina 24 agosto della commissione controllo e garanzia del Comune che si è svolta in viale Marconi assieme all'associazione Carrozzine Determinate per verificare i problemi lamentati dai cittadini disabili

Disagi incredibili e inaccettabili per i disabili che percorrono viale Marconi dopo i lavori dell'amministrazione Masci. A denunciare i problemi lamentati dagli utenti con disabilità il consigliere comunale del Pd e presidente della commissione controllo e garanzia Piero Giampietro, che ha partecipato con la commissione al sopralluogo assieme all'associazione Carrozzine Determinate del presidente Claudio Ferrante.

"Abbiamo potuto constatare con i nostri occhi che per un portatore di handicap le nuove realizzazioni di viale Marconi rappresentano una enorme nuova barriera architettonica realizzata nonostante le denunce, i rilievi, gli appelli lanciati da mesi da parte delle associazioni che tutelano i diritti dei disabili. Una situazione incredibile che dimostra come il nuovo viale Marconi voluto dalla giunta Masci sia stato disegnato all'insegna dell'indifferenza verso le utenze più deboli: disabili, anziani, biciclette, carrozzine, passeggini. E che neppure il diritto al trasporto pubblico viene tutelato. Bisogna intervenire subito."

Ferrante, in commissione, ha evidenziato come siano state denunciate queste criticità mesi fa ma ad ora nulla è cambiato:

"Una persona con disabilità non può salire sull’autobus perché non ci sono i metri necessari, la banchina di fermata non consente di salire né di scendere dall’autobus perché non ci sono gli spazi necessari, la stessa banchina è stata realizzata con una pendenza superiore a quella prevista dalla legge, anche quando si attraversa la strada i marciapiedi hanno una pendenza maggiore della norma, sulle banchine non ci sono i parapetti che impediscono di cadere in strada. Ci saremmo aspettati un allargamento del marciapiede, dove invece può passare una sola persona alla volta. Con queste realizzazioni questo pezzo di strada è completamente escluso a chi ha difficoltà: non solo ai disabili, che non possono più andare in farmacia, dal medico o in un negozio, ma anche agli anziani ed agli ipovedenti. La beffa è che i lavori sono iniziati dopo l’approvazione da parte del Comune di Pescara delle linee guida del Peba, il piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche. "

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppe barriere e troppi ostacoli per i disabili in viale Marconi, Giampietro (Pd): "Situazione incredibile"

IlPescara è in caricamento