Politica

Avviato l'iter per la convenzione fra il Comune e il rifiugio di Civitella per il trasferimento dei cani di via Raiale

Critiche arrivano dall'opposizione in particolare dal capogruppo al Comune del Partito Democratico Piero Giampietro e dal consigliere comunale del M5s Paolo sola

L'amministrazione comunale ha avviato con una determina dirigenziale l'iter per la convenzione che porterà al trasferimento dei cani del rifugio in via Raiale in quello privato di Civitella Casanova. Lo ha fatto sapere il capogruppo comunale del Pd Piero Giampietro che attacca l'amministrazione Masci per la vicenda che da settimane è al centro del dibattito cittadino e politico, per la decisione del Comune di chiudere il canile in via Raiale a seguito delle prescrizioni imposte dalla Asl. Giampietro, da noi raggiunto, ha dichiarato:

"È evidente che l'amministrazione Masci ha paura del confronto. Non ha alcun senso e mostra una totale mancanza di apertura verso altre soluzioni la decisione di deliberare questa determina a 4 giorni dal consiglio comunale straordinario fissato proprio per la vicenda del canile, che di fatto avvia l'iter per far partire la convenzione con il rifugio di Civitella Casanova a partire dal primo dicembre. Un gesto arrogante e che vuole cercare di togliere importanza alla partecipazione che ci sarà per il consiglio comunale dedicato. Inoltre, siamo ancora in attesa della risposta alla richiesta del consigliere regionale Antonio Blasioli per verificare se la struttura di Civitella abbia i requisiti per ospitare i cani di via Raiale. Nel centrodestra c'è nervosismo e paura, questa accelerazione è quantomeno inopportuna".

Anche il consigliere del M5s Paolo Sola attacca l'amministrazione comunale:

"Mentre negli ultimi giorni si spargeva la voce che il sindaco Masci forse si stesse convincendo a non mandare i cani di via Raiale a Civitella, proprio ieri invece il settore politiche per il cittadino stipulava la convenzione con quella struttura. Ecco quanto valgono le parole e i "buoni propositi" di questa amministrazione: zero.
Quindi ora, con questo atto di determina, dal primo  dicembre prossimo è tutto pronto per trasferire a 40 km da Pescara non solo i cani di via Raiale, ma anche quelli "in altre strutture di ricovero" (ecco perché abbiamo sempre parlato di circa 50 cani, perché oltre ai 38 presenti nel rifugio non verrebbero risparmiati neppure quelli al momento in stallo in pensioni private), più tutti i futuri animali che saranno "accalappiati" sul territorio comunale. Una vergogna senza fine. Un accanimento senza pietà contro animali che già hanno vissuto l'inferno. Ma la città non lo permetterà.

Martedì prossimo, 21 novembre, alle ore 15:30 si terrà un consiglio comunale straordinario che il M5s Pescara ha voluto per discutere di questo scempio! Un appuntamento aperto a tutti, in cui ognuno potrà chiedere la parola sul momento o, meglio ancora, prenotando il proprio intervento scrivendo a presidente.consiglio@comune.pescara.it. Riempiamo la sala consiliare.Facciamogli vedere cosa pensiamo di loro, facciamogli vedere che la città è dalla parte dei nostri amici animali"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avviato l'iter per la convenzione fra il Comune e il rifiugio di Civitella per il trasferimento dei cani di via Raiale
IlPescara è in caricamento