rotate-mobile
Politica

Martelli sulle condizioni del campo dell'Adriatico: "Polemiche campanilistiche, Inter e Villareal ci hanno fatto i complimenti"

L'assessore replica alle critiche: "Se l’Inter ha perso non è stata colpa del nostro stadio. Il fato, il destino, la preparazione atletica e quella palla tonda hanno fatto la differenza"

L’assessore allo sport del Comune di Pescara, Patrizia Martelli, interviene nella querelle sulle pessime condizioni del campo dello stadio "Adriatico-Cornacchia" sorta in occasione della partita tra Inter e Villareal: “Quello vissuto da Pescara sabato scorso - si legge in una nota - è stato uno spettacolo straordinario di sport, di sano agonismo e di bella competizione, un momento di livello internazionale. Le due squadre sono state accolte da una città ricettiva, e da un impianto sportivo moderno, funzionale, costantemente sottoposto a interventi di manutenzione perché siamo consapevoli che un campo di calcio come quello del nostro stadio richiede cura continua, attenzione e competenza”.

Martelli non vuole entrare nel merito di "polemiche campanilistiche che, francamente, sono ispirate più alla goliardia che a reali problematiche: ventimila persone hanno vissuto una grande giornata di calcio, la città è stata come sempre viva e accogliente. Le due squadre, l’Inter e il Villareal, hanno espresso parole di affetto e di compiacimento per il clima trovato a Pescara, per il tifo e per le condizioni strutturali del campo, e noi ringraziamo gli staff tecnici, gli atleti, la struttura manageriale per aver scelto di tenere l’amichevole a Pescara, un onore, offrendoci una vetrina di livello altissimo". 

Dunque Martelli respinge le critiche al mittente e aggiunge: “Dopo un anno di campionato, decine di incontri di calcio e magari anche qualche concerto, tutti i campi da gioco presentano delle criticità che a Pescara abbiamo saputo affrontare in modo straordinario: ritengo che il verde vivo di un prato completamente rinnovato sia stata la fotografia più bella di sabato, un’immagine che più di mille parole ha testimoniato l’impegno di un’intera struttura comunale, dal sindaco Masci al dirigente del settore sport, a tutti i funzionari, sino al nostro agronomo che hanno lavorato senza sosta per garantire la piena funzionalità e disponibilità dello Stadio per l’evento di sabato”.

E ribadisce: "Le squadre, gli atleti e gli staff hanno apprezzato e sono stati protagonisti di una serata di sport indimenticabile, in cui nessuno si è risparmiato. E dopo l’incontro di nuovo tutti a lavoro per preparare il campo alla ripresa, ormai prossima, del campionato per ospitare i biancazzurri e le altre squadre. Le polemiche, francamente, le lasciamo fuori dalla nostra porta".

Infine Martelli evidenzia che "se l’Adriatico-Cornacchia non avesse avuto le opportune condizioni di sicurezza, due squadre blasonate come l’Inter e il Villareal non avrebbero mai messo a rischio, per un'amichevole, la salute e le gambe dei propri atleti che tra pochi giorni riprenderanno i rispettivi campionati, né il Comune di Pescara si sarebbe assunto una tale responsabilità morale prim’ancora che politica o amministrativa. Sicuramente se il Villareal ha vinto non è stato merito del nostro campo di calcio, se l’Inter ha perso non è stata colpa del nostro stadio, le due squadre si sono sfidate, hanno giocato al meglio, e poi il fato, il destino, la preparazione atletica e quella palla tonda hanno fatto la differenza".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Martelli sulle condizioni del campo dell'Adriatico: "Polemiche campanilistiche, Inter e Villareal ci hanno fatto i complimenti"

IlPescara è in caricamento