rotate-mobile
Politica

L'assessore Santilli sul cantiere della scuola media Michetti: "Bene le prove di carico, ora il bando e la ripresa dei lavori"

L'assessore comunale alla Pubblica istruzione interviene dopo lo sciopero indetto dalle mamme alla luce di tanti problemi che gli alunni vivono ormai da quattro anni a Villa Fabio. Martedì 5, fa sapere, ci sarà un incontro per procedere in fretta all'affidamento dei lavori interrotti dopo i problemi avuti con la prima ditta aggiudicataria

L'assessore comunale alla pubblica istruzione Gianni Santilli ha convocato per martedì 5 marzo una riunione per sbloccare in fretta la questione ristrutturazione della scuola media Michetti procedendo al nuovo bando per l'affidamento dei lavori e completarli ridando così una scuola adatta ai tanti alunni che da ormai quattro anni le lezioni le seguono a Villa Fabio.

È lui stesso a riferirlo a IlPescara ricordando che i lavori si sono fermati per i problemi avuti con la ditta che quell'appalto l'aveva ottenuto e intendendo così dare una risposta a quelle mamme che nei giorni scorsi hanno indetto una sorta di sciopero denunciando i tanti problemi che gli alunni di scuola dell'infanzia, elementari e medie vivono in quella che doveva essere una sede provvisoria e per un solo anno scolastico. Problemi che vanno dalla sicurezza all'esterno del plesso dove l'attraversamento pedonale è e si è rivelato molto pericoloso dato che due sono stati gli addetti all'accompagnamento dei bambini investiti, e fino alle problematiche interne tra bagni in comune tra bambini di età totalmente diverse, la mensa in grado di ospitare solo i piccoli dell'infanzia con i bambini delle elementari costretti a mangiare in aula, e la sostanziale assenza di una palestra. 

L'obiettivo è dunque quello di far ripartire in fretta l'iter e riprendere i lavori. Un'accelerazione ora possibile, spiega ancora Santilli, anche alla luce dell'esito delle prove di carico effettuate nel cantiere della Michetti al fine di verificare la validità dei lavori fin qui eseguiti. “È risultato tutto in ordine – afferma -. Per questo ho convocato la riunione cui parteciperà, tra gli altri, l'ingegner Giuliano Rossi che potrà così procedere immediatamente all'affidamento dei lavori”.

Potrebbe dunque essere questo l'ultimo anno fuori sede per gli alunni sia della media Michetti che della scuola San Giovanni Bosco il cui destino è invece è ancora tutto da scrivere. Dei problemi di Villa Fabio aveva parlato anche la dirigente scolastica Daniela Morgione auspicando proprio della Michetti auspica una rapida riapertura perché lì, aveva avuto modo di spiegare, si potrebbero ospitare infanzia, elementari e medie visti i tre piani dell'edificio. Sempre lei, esprimendo tutto il sostegno alle famiglie, ma anche garantendo la continua interlocuzione con il Comune, aveva riferito di un incontro avuto il primo febbraio con il sindaco nel corso del quale era stata rassicurata sul fatto che entro fine anno la Michetti sarà completamente riqualificata.

Stando a quanto riferito da Santilli dunque, la strada sarebbe stata imboccata per arrivare a una soluzione che si spera sarà anche utile ad arginare il calo di iscrizioni registrato dopo lo spostamento a Villa Fabio con le mamme che hanno detto chiaramente in occasione della giornata di sciopero indetta, che se non si andrà via da lì anche loro e a malincuore vista la validità delle maestre, hanno tenuto a precisare, iscriveranno i loro figli da un'altra parte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'assessore Santilli sul cantiere della scuola media Michetti: "Bene le prove di carico, ora il bando e la ripresa dei lavori"

IlPescara è in caricamento