rotate-mobile
Economia

Lavoro, tremila colloqui e ottanta aziende presenti: positivo il bilancio di Europasottocasa

Si è chiusa a Pescara con la giornata dedicata agli Its l'iniziativa promossa dalla Regione e dedicata all'occupazione: proprio gli Istituti tecnici superiori saranno al centro della prossima programmazione

Con la tappa di Pescara si è chiusa l'iniziativa Europasottocasa che nei suoi quattro appuntamenti sul territorio ha visto 80 aziende aderenti e quasi 3mila colloqui effettuati oltre ad incontri con dirigenti e direttori regionali, esponenti del mondo imprenditoriale, culturale e associativo. Soddisfatta la Regione delle presenze registrate che, spiega, si contano a migliaia.

Un evento dedicato al lavoro che a Pescara ha dato appuntamento agli Its, gli istituti tecnici superiori ospitando, tra gli altri, anche il presidente Marco Marsilio, l’assessore regionale Pietro Quaresimale, il direttore della presidenza Emanuela Grimaldi, i direttori Nicoletta Bucco e Renata Durante e il vicepresidente nazionale di Confindustria Giovanni Brugnoli.

“Il successo di questa iniziativa – dichiara Marsilio – ci spinge a moltiplicare gli sforzi per venire incontro alle esigenze dei giovani e delle categorie più fragili. Gli Its rappresentano una ottima opportunità per mettere insieme le esigenze delle aziende e i bisogni formativi di tanti ragazzi”.

Europasottocasa a Pescara

Istituti su cui punta molto Quaresimale, che ricorda il ruolo centrale che vanno nel ciclo di programmazione 2021-2027: “Abbiamo deciso di aumentare i fondi a disposizione dei sei istituti presenti sul nostro territorio, cui saranno destinati 21 milioni di euro”, ricorda.

“Sono circa 92 milioni le risorse che andranno a potenziare l’intero sistema dell’istruzione e della formazione, attraverso i voucher per l’Alta formazione, i master di II livello, i dottorati di ricerca e gli stessi Its – sottolinea Grimaldi – Un risultato reso possibile grazie all’integrazione dei Fondi e ad una nuova visione che ci ha guidato nella stesura dei programmi, basata sull’ascolto e la consultazione del territorio”.

“Europasottocasa – conclude Brugnoli – ha avuto il merito di far comprendere la necessità di cambiare i paradigmi legati alla formazione e al mondo del lavoro, puntando sull’innovazione tecnologica e sul capitale umano”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro, tremila colloqui e ottanta aziende presenti: positivo il bilancio di Europasottocasa

IlPescara è in caricamento