Economia

Imprudente: "Il modello Abruzzo protagonista della 32ma edizione del Merano Wine Festival

La presenza della nostra Regione alla prestigiosa vetrina internazionale è all’insegna della sostenibilità che nasce dalla partnership strategica tra Regione, Camere di Commercio, Istituti Alberghieri, Unione Cuochi e Gal

Il modello Abruzzo è tra i protagonisti del Merano Wine Festival, la prestigiosa vetrina internazionale giunta alla 32esima edizione.
«Il modello Abruzzo anche quest’anno sarà protagonista del Merano Wine Festival, l’evento più cool nel mondo del vino, che rappresenta un’occasione imperdibile per accrescere ulteriormente la visibilità del nostro brand, sempre più riconoscibile, unico e internazionale, incentrato sulla sostenibilità ambientale e sulle peculiarità delle nostre straordinarie eccellenze enogastronomiche».

A parlare è il vicepresidente della giunta regionale con delega all’Agricoltura, Emanuele Imprudente, sulla partecipazione dell’Abruzzo, per il secondo anno consecutivo, al Merano Wine Festival, la prestigiosa vetrina internazionale dedicata all’arte culinaria e all’enologia.

La fiera è in programma da venerdì 3 novembre e proseguirà fino a martedì 7, offrendo un ricco calendario di eventi, esperienze di degustazione e masterclass. All’interno della “Gourmet Arena”, centro nevralgico della partecipazione abruzzese, verrà proposto il meglio dell’offerta enogastronomica regionale. Nell’area espositiva, ben 26 aziende offriranno una straordinaria varietà di tipicità e prelibatezze locali, oltre a un ricco programma di show cooking e masterclass. Numerose saranno le aziende vinicole abruzzesi presenti che esporranno nelle tante sale dell’edificio. «La nostra sarà una partecipazione di sistema», prosegue Imprudente, «che nasce su impulso dell’assessorato all’Agricoltura, dalla partnership strategica tra la Regione, le camere di commercio e i gruppi di azione locale (Gal). Sostenibilità sarà la parola chiave di questa edizione, principio guida che contraddistingue il comparto agricolo e la produzione enogastronomica abruzzese. Sostenibilità che si traduce in un approccio volto a preservare l’equilibrio tra la produzione alimentare, l’ambiente e le comunità, adottando pratiche agricole che tengano conto dell’ecosistema, promuovano la biodiversità e minimizzino l’impatto ambientale. Non a caso le misure che abbiamo previsto nel nuovo complemento di sviluppo rurale (Csr) destinano più del 50 per cento delle risorse a interventi volti a promuovere proprio la sostenibilità ambientale».

Secondo le previsioni del vicepresidente, la presenza del "modello Abruzzo" offrirà «uno spettacolo culinario unico, reso possibile grazie alla collaborazione attiva dell’Unione regionale cuochi abruzzesi (Urca), degli istituti alberghieri e dei 7 gruppi di azione locale (Gal) regionali, che contribuiranno a rendere questa edizione un’esperienza enogastronomica indimenticabile. Le nostre aziende stanno investendo molto sulle produzioni sostenibili per rispondere alle richieste crescenti di un mercato sempre più sensibile a prodotti che rispettino l’ambiente, promuovano il benessere sociale ed economico e mantengano standard etici elevati».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprudente: "Il modello Abruzzo protagonista della 32ma edizione del Merano Wine Festival
IlPescara è in caricamento