menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Villa Pini, la protesta degli ammalati: "Le cure sono un diritto"

Nel centro San Stefar il personale ha interrotto i servizi di riabilitazione ed assistenza ai pazienti ammalati e disabili, scatenando la rivolta delle famiglie: "Essere curati è un diritto, siamo con i lavoratori, i politici devono intervenire"

Dopo le proteste e manifestazioni dei lavoratori del gruppo Villa Pini, che rivendicano i propri stipendi non pagati da oltre sei mesi, ora scatta la rivolta dei diretti interessati, l'anello più debole della catena: i pazienti.

Il centro San Stefar, infatti, ha interrotto le prestazioni di assistenza e riabilitazione per i pazienti malati, disabili e portatori di handicap, che ogni giorno si recavano nella struttura per delle cure fondamentali per la propria salute.

Ora, sono proprio le famiglie di questi pazienti ad insorgere e chiedere subito ai politici regionali di risolvere immediatamente la questione. Claudio Ferranti, responsabile dell'Ufficio disabili di Montesilvano avverte:"Questi pazienti hanno diritto per legge ad essere curati, le terapie di riabilitazione sono fondamentali per dare loro una maggiore mobilità ed ottenere miglioramenti per le loro patologie. E' uno scandalo."

I tagli alla sanità del 2008 hanno ridotto notevolmente le disponibilità delle strutture convenzionate, con numerosi licenziamenti, ma la situazione attuale ha praticamente paralizzato diverse strutture, causando disagi e gravi problemi a coloro che dovrebbero invece avere il diritto di essere assistiti.

Ma le famiglie dei malati non se la prendono con i lavoratori, con i quali anzi sono solidali, ma vogliono che il presidente Chiodi e la Giunta Regionale facciano gesti concreti che possano far tornare, presto, la situazione alla normalità

Intanto oggi alle ore 11,00 ci sarà il tanto atteso Consiglio Regionale Straordinario che tratterà proprio il caso di Villa Pini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento