menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spacciatori tentano la fuga dai Carabinieri: arrestati a Cappelle

Due coniugi di etnia rom sono stati arrestati ieri dai Carabinieri con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. I due sono stati bloccati a Cappelle sul Tavo, dopo un inseguimento. Avevano una busta con 300 grammi di eroina

Due persone sono state arrestate dal Nucleo Radiomobile dei Carabinieri con l'accusa di spaccio di stupefacenti.

Si tratta di una coppia di coniugi di etnia rom, Costantino Morelli e Sabina di Rocco, fermati ed arrestati a Cappelle Sul Tavo dopo un tentativo di fuga.

I militari da qualche giorno seguivano gli spostamenti dei due spacciatori, fino alla serata di ieri, quando sono stati bloccati mentre salivano sulla propria auto davanti casa.

Morelli, però, non si è voluto arrendere ed ha tentato la fuga percorrendo una strada del paese molto affollata.

Nonostante questo, i Carabinieri sono riusciti a bloccarlo. Per i due non c'è stato scampo, e sono scattate le manette. Erano in possesso di una busta contenente 300 grammi di eroina, probabilmente da rivendere a qualche piccolo spacciatore del pescarese. La donna aveva tentato di sbarazzarsene durante la corsa in auto.

Ora si trovano nelle carceri di Pescara e Chieti.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento