rotate-mobile
Domenica, 4 Giugno 2023
0 °
Montesilvano Montesilvano

Un nuova vita professionale e personale: entra nel vivo il progetto di inclusione lavorativa Stella Maris Lab

A presentarlo ufficialmente il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri che parla di una vera e propria Agorà dell'autoimprenditorialità: 120 i beneficiari e 46 Comuni della provincia coinvolti

Quarantesei Comuni coinvolti per fare della Stella Maris Lab “la grande piazza, prima virtuale e poi strutturale, in cui far nascere e crescere competenze e professionalità, in cui creare lavoro e start up, lo strumento attraverso cui favorire l’autoimprenditorialità di chi la propria occupazione magari l’ha persa o di quei ragazzi che la cercano per la prima volta e hanno un’idea che attende solo di essere finanziata. E la Regione Abruzzo è ben felice di far parte di quella rete virtuosa di enti locali”.

Con queste parole il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri presenta il progetto che coinvolgerà i 46 enti del territorio che daranno il loro contributo in termini di risorse economiche ed umane per favorire lo sviluppo di questi progetti”. Una realtà che mira a formare soprattutto chi vive in situaizoni di disagio e vuole così costruire un suo nuovo percorso di affermazione professionale e personale.

Una vera e propri “Agorà” prosegue Sospiri, quella che nascerà nella struttura del lungomare di Montesilvano dove ci sarà anche il nuovo polo di ricerca dell'università d'Annunzio che lavorerà anche su clima e sostenibilità

“Conosco dalla genesi il progetto della Stella Maris Lab – rimarca il presidente del consiglio regionale - immaginato anche come spazio fisico in cui far crescere nuove competenze attraverso i tirocini, appunto la grande piazza o Agorà della Stella Maris. Personalmente non sono un distruttore del reddito di cittadinanza, ma è chiaro che lo stesso deve rappresentare una misura emergenziale, non deve diventare strutturale, ecco quindi la rilevanza dell’iniziativa odierna che mira a professionalizzare chi vive una condizione di disagio in quanto privo di occupazione dandogli una opportunità formativa sino ad arrivare all’autoimprenditorialità facendo impresa”.

“Poi il concetto puro di sussidiarietà: con Stella Maris Lab facciamo incontrare il bisogno e gli enti locali che ci aiuteranno a gestire le risorse disponibili – aggiunge - e poi l’iniziativa è l’esempio di quanto si possa fare meglio quando gli enti interessati sono associati, dunque oggi superiamo l’assistenzialismo puro, non lasciamo nessuno indietro, considerando che il progetto coinvolgerà ben 120 soggetti fragili e associamo i territori. Sono convinto che l’Abruzzo sarà tra le prime regioni a rendicontare riuscendo a ottenere i fondi necessari per finanziare Agora 2.0”.

Alla presentazione del progetto che entra dunque nel vivo dato che il Comune di Pescara ha già pubblicato il bando, erano presenti oltre a Sospiri la direttrice dell'Azienda speciale di Montesilvano Sandra Santavenere, il dirigente Eros Donatelli e il presidente della Provinia nonché sindaco Di Montesilvano (ente capofila) Ottavio De Martinis che lo Stella Maris Lab lo aveva annunciato a luglio 2021 riferendo del finanziamento da 600mila euro intercettato per poterlo realizzare

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un nuova vita professionale e personale: entra nel vivo il progetto di inclusione lavorativa Stella Maris Lab

IlPescara è in caricamento