rotate-mobile
Montesilvano Montesilvano

Simula il furto dello scooter dopo il sequestro per non pagare la sanzione: denunciato dai carabinieri

Nei guai è finito un cittadino albanese di 23 anni residente a Montesilvano

Aveva parcheggiato il suo scooter privo di assicurazione in strada, ma quando i carabinieri lo hanno sequestrato ha simulato un furto per cercare di evitare il pagamento delle sanzioni. Per questo, un 23enne di nazionalità albanese residente a Montesilvano è stato denunciato dai carabinieri di Francavilla al Mare. Il giovane si è recato nella caserma dei carabinieri di Montesilvano per denunciare il furto il giorno successivo al sequestro, avvenuto da parte dei militari di Francavilla durante un controllo del territorio che hanno individuato lo scooter che risultava privo di copertura assicurativa.

Come riporta Chieti Today, ha raccontato che il mezzo era parcheggiato sotto casa sua e da lì era sparito. In realtà, si è poi scoperto, era solo un modo per evitare il sequestro e la sanzione amministrativa. Avviate le indagini, e grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona, si è scoperto che non vi erano state manomissioni e messo alla stretta il giovane ha ammesso di aver simulato il reato di furto.

I militari hanno avviato un'indagine, acquisendo le immagini di videosorveglianza della zona e compiendo accertamenti sul motorino, che non presentava manomissioni. Ora, però, dovrà rispondere di simulazione di reato e provvedere al pagamento della sanzione amministrativa per riottenere il suo scooter.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Simula il furto dello scooter dopo il sequestro per non pagare la sanzione: denunciato dai carabinieri

IlPescara è in caricamento