Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Montesilvano Montesilvano

Prodotti surgelati spacciati per freschi in un ristorante di Montesilvano, scatta la denuncia per tentata frode

I militari dell'Arma hanno verificato tracciabilità, modalità di conservazione, corrette informazioni al consumatore, condizioni igienico sanitarie dei locali e delle attrezzature

Carabinieri del Nas (nucleo antisofisticazione) in azione in ristoranti, stabilimenti balneari e strutture ricettive alberghiere della costa abruzzese. Al termine delle ispezioni sono stati sottoposti a sequestro circa 270 chili di prodotti alimentari poi avviati alla distruzione.

I militari dell'Arma hanno verificato tracciabilità, modalità di conservazione, corrette informazioni al consumatore, condizioni igienico sanitarie dei locali e delle attrezzature.

In un ristorante di un albergo di Montesilvano (del quale non è stato rivelato il nome), i Nas hanno vincolato amministrativamente quasi 100 chili di varie preparazioni alimentari non rintracciabili, peraltro conservate in un locale il cui uso non era stato comunicato all’autorità competente. Con la collaborazione del personale del Dipartimento di Prevenzione della Asl ne è stato interdetto l’utilizzo. Oggetto di provvedimento sospensivo da parte della ASL anche l’attività di preparazione e somministrazione di prodotti ittici destinati a essere consumati crudi o praticamente crudi, poichè abusiva. Dalla consultazione del menù, inoltre, è emerso che tutti i prodotti alimentari di origine surgelata e congelata non erano indicati come tali, motivo per il quale è scattata la denuncia in Procura per tentata frode nell’esercizio del commercio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prodotti surgelati spacciati per freschi in un ristorante di Montesilvano, scatta la denuncia per tentata frode

IlPescara è in caricamento