rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Montesilvano Montesilvano

L'annuncio di Forconi: "Mai più illegalità nel palazzo di via Lazio 61"

Il consigliere comunale di Montesilvano con delega alla sicurezza ha spiegato sui propri canali social che "importantissime decisioni" verranno prese "la prossima settimana, o quella successiva al massimo"

Novità rilevanti sono in arrivo nei prossimi giorni per lo stabile di via Lazio, a Montesilvano, oggetto da anni di una querelle che riguarda il perenne degrado in cui lo stesso è costretto a versare. È il consigliere comunale con delega alla sicurezza, Marco Forconi, ad annunciarlo sui propri canali social. Ecco le sue parole: "La prossima settimana, o quella successiva al massimo, si prenderanno importantissime decisioni sul futuro del palazzo di via Lazio 61. Il destino del simbolo dell'illegalità di Montesilvano, come accadde per l'ex ghetto di via Ariosto, è segnato. I residenti e commercianti di via Trentino, via Lazio e tutta la zona interessata hanno la nostra parola d'onore. Dopo quasi 40 anni". 

I lavori di riqualificazione, d'altronde, vengono visti da sempre come l'unica soluzione possibile per porre fine allo stato di decadenza che regna sovrano in questo edificio di Montesilvano, dove l'immondizia è ovunque: ostruisce le scale antincendio, invade l'androne, le scale, alcune stanze che si incontrano lungo le rampe e gli spazi esterni. E a terra non è difficile imbattersi in qualche portafoglio, magari gettato lì dopo essere stato rubato. Il portone non c'è e i citofoni, ce lo hanno anche scritto con un pennarello, non funzionano. 

Ma i problemi da risolvere non finiscono qui. In un altro intervento su Facebook, Forconi ha poi parlato dell'assegnazione degli alloggi popolari, in via Lazio, secondo criteri improntati esclusivamente sulla legalità: "Le persone oneste debbono essere premiate. La situazione non è più sostenibile. Adotteremo un pugno di ferro superiore rispetto a via Ariosto. Ci siamo". D'altronde, aveva ammonito Forconi, "chi asserisce ogni fine settimana che non esiste lo Stato in via Lazio 61, mente sapendo di mentire: la verità è che soluzioni illogiche rimangono inapplicabili mentre si rende necessaria soltanto una perfetta sinergia fra gli enti coinvolti e le forze dell'ordine".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'annuncio di Forconi: "Mai più illegalità nel palazzo di via Lazio 61"

IlPescara è in caricamento