menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montesilvano, la pista ciclabile di "Bike to coast" è pericolosa?

Secondo Loredana Di Paola e secondo l'architetto Giuseppe Di Giampietro, la pista ciclabile realizzata a Montesilvano nell'ambito del progetto "Bike to coast" non sarebbe a norma di legge

Errori progettuali, procedure non rispettate, e lavori non a norma con potenziali pericoli per gli utenti. L'architetto Giuseppe Di Giampietro di webstrade attacca il progetto della Provincia relativo alla pista ciclabile "Bike to coast" che dovrebbe collegare tutta la costa abruzzese da Martinsicuro fino a San Salvo.

L'attenzione si focalizza in particolare sul tratto di Montesilvano, progetto pagato dalla Provincia di Pescara. Secondo Di Giampietro ci sarebbero diversi motivi validi per chiedere immediatamente la sospensione dei lavori.

"Senza pubblicare da nessuna parte un progetto pagato con i soldi pubblici, la Provincia di Pescara, per completare la pista ciclabile lungomare, ritaglia i marciapiedi esistenti da -30 cm a - 1,50 m, creando un mostruoso velodromo, senza verde, senza parcheggi, pericoloso per pedoni e biciclette, e senza rispettare le norme sulle barriere architettoniche né il Codice della Strada. Per "mettere a norma" una pista ciclabile, si sfasciano i marciapiedi pedonali, si tolgono i parcheggi senza recuperarli sull'altro lato, si crea una pericolosa trincea velodromica. " dichiara l'architetto, parlando di diversi errori progettuali senza il rispetto di diverse norme legate alle barriere architettoniche.

Inoltre, il progetto non non sarebbe  stato condiviso e non sono state richieste osservazioni e suggerimenti dei portatori di interesse.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento