rotate-mobile
Montesilvano

Via Lazio, Forconi: "Entro il 25 giugno tutti fuori dal palazzo, cancelliamo il secondo ghetto"

Dopo l'annuncio dell'assessore Del Trecco arriva la conferma anche dal consigliere con delega alla sicurezza Forconi: entro il 25 giugno tutti fuori dal palazzo di via Lazio

Marco Forconi, consigliere con delega alla sicurezza per il Comune di Montesilvano, ha annunciato sui social che il prossimo 25 giugno «scatterà il "punto-di-non-ritorno" per via Lazio 61. Superata quella data, se le oltre 20 famiglie che attualmente occupano lo stabile non avranno provveduto a liberare gli alloggi da masserizie e mobilia, non ci saranno ulteriori preavvisi ma solo un massiccio e chirurgico uso della forza pubblica, che potrebbe avvenire in qualsiasi momento».

Tutti gli appartamenti, fa sapere Forconi, «saranno murati con elettrosaldatura e gli interni saranno completamente distrutti in maniera tale da renderli inabitabili. Gli allacci saranno divelti e sarà impossibile utilizzare qualsiasi fonte energetica alternativa, anche esterna. Rispetto all'ex ghetto africano di via Ariosto (oggi riqualificato) il numero di abusivi di via Lazio è molto più basso, ma le "peculiarità" di alcuni soggetti sono un dato che nessuno intende ridimensionare».

Dunque, dopo l'annuncio dell'assessore alle politiche della casa per il Comune di Pescara, Isabella Del Trecco, è arriva la conferma anche da parte di Forconi, che conclude: «Il decoro dell'area esterna sarà ripristinato e il Comune di Pescara venderà la sua proprietà con base d'asta per 1.400.000 euro. A nessuno degli abusivi sarà consegnato un alloggio, nemmeno provvisorio. Eliminato anche questo secondo e ultimo ghetto, almeno un chilometro quadrato di villa Verrocchio godrà di benefici immediati dal punto di vista della sicurezza e dell'ordine pubblico. Quello che molti ritenevano impossibile sta per accadere».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Lazio, Forconi: "Entro il 25 giugno tutti fuori dal palazzo, cancelliamo il secondo ghetto"

IlPescara è in caricamento