Progetto vita indipendente 2021, domande al via a Montesilvano: scadenza e avviso

C'è tempo fino al 31 gennaio per rispondere all'avviso e presentare le istanze

A Montesilvano al via le domande per il progetto Vita Indipendente 2021. 
L'avviso è rivolto esclusivamente alle persone con disabilità in situazione di gravità, come individuate dall'articolo 3, comma 3, della legge numero104/1992, residenti nella regione, con età dai 18 ai 67 anni, nonché ai rappresentanti legali dei predetti soggetti nel caso di disabili psico-relazionali.

La scadenza per partecipare al progetto presentando un'istanza è fissata al 31 gennaio.

Per utilizzare questa tipologia di assistenza è necessario avere un Isee socio-sanitario non superiore a 20 mila euro e un’età superiore ai 18 anni. Per formulare l’istanza, occorre predisporre un progetto personalizzato secondo l’apposito modello disponibile sul sito del Comune e presentarlo direttamente all’ufficio Protocollo del Comune di Montesilvano, piazza Diaz 1, 65015, entro e non oltre il 31 gennaio oppure tramite raccomandata A/R o a mezzo Pec al seguente indirizzo: protocollo@comunemontesilvano.legalmail.it
I dipendenti dell’ufficio DisAbili saranno a disposizione dei cittadini fornendo assistenza nella compilazione dei progetti personalizzati previo appuntamento, chiamando i numeri: 0854481364 - 0854481258

«In questo momento di crisi economica il Progetto Vita Indipendente 2021», spiega il delegato alla Disabilità Giuseppe Manganiello, «è soprattutto un atto di grande sensibilità verso il progetto di vita delle persone con disabilità e le loro famiglie. E’ un barlume di speranza per coloro che vivono da vicino il mondo della disabilità e che non si arrendono».

«Questa legge è in grado di suscitare in me profonde emozioni», dice Claudio Ferrante dell’ufficio Disabili, «perché insieme ad altre associazioni regionali abbiamo “combattuto” molti anni per farla nascere ed applicare anche in Abruzzo. È una legge che restituisce dignità e libertà alle persone con disabilità e ai loro caregiver. La Regione Abruzzo riconosce e garantisce alle persone disabili residenti nel territorio regionale in possesso del certificato di handicap con connotazione di gravità il diritto alla vita indipendente , attraverso il finanziamento di progetti annuali di assistenza personale autogestita».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza scomparsa da Montesilvano, l'appello per ritrovarla [FOTO]

  • L'annuncio del presidente Marsilio: "L'Abruzzo torna in zona arancione"

  • Coniugi di Rosciano in quarantena per il Covid escono per fare acquisti: fermati a Nocciano, scatta la denuncia

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

  • Nel nuovo dpcm per il Covid arriva la zona bianca: per l'Abruzzo serviranno meno di 650 contagi a settimana

  • Marta Citriniti, studentessa del liceo Galilei di Pescara, nella nazionale italiana di dibattito regolamentato (Debate)

Torna su
IlPescara è in caricamento