Montesilvano

Montesilvano, il comitato Saline Marina Pp1: "Città e mare con tante barriere"

L'architetto Di Giampietro evidenzia le molte criticità che interessano la città di Montesilvano sul fronte delle barriere architettoniche e dell'organizzazione urbana degli spazi

Tante barriere architettoniche per disabili e bambini, nonostante la Bandiera Verde appena conquistata. Il comitato Saline Marina Pp1 torna sulla questione dell'accessibilità urbana a Montesilvano, sollevando diverse critiche in merito alla reale accessibilità per bambini, famiglie e disabili delle spiagge cittadine e di molti spazi di aggregazione, chiedendo maggiore coinvolgimento e criterio nei progetti di edilizia locale ed urbanistica:

Il nuovo intervento su piazza Venezuela, firmato dall’ufficio tecnico comunale, di dubbia qualità e senza il nome di un progettista, realizzato da un’impresa locale che tanto è stata criticata per abbattimenti, capitozzature e rasature al suolo del verde cittadino, costa oltre 21 mila euro, ma tra le tante perplessità progettuali ed esecutive, rischia di essere citato in giudizio dai cittadini e
operatori del PP1 per non rispettare le norme nazionali sulle barriere architettoniche.

Tutte le norme prescrivono per nuovi marciapiedi e percorsi pedonali un minimo di 1,5 m. Non si capisce perché il camminamento perimetrale della nuova piazza, di appena 1 m, debba risultare inaccessibile e due carrozzelle che
si incrocino, sia privo di alberi che la ombreggino e di idonea illuminazione. Mentre il parallelo marciapiede di via Aldo Moro, fiancheggiato dai pini storici, è tuttora inagibile perché dissestato dalle radici delle piante e con pavimentazioni disconnesse

Problemi anche per l'accessibilità alla spiaggi e mare, dove le pavimentazioni sono pericolose ed inaccessibili per le carrozzelle, compresi i passaggi pedonali oltre alle reti attorno agli stabilimenti che di fatto privatizzano l'accesso ad interi tratti di spiaggia senza varchi dal mare.

Bisogna garantire trasparenza qualità delle progettazioni di piani e progetti pubblici, da assegnare per concorso, con il principio dell’offerta più vantaggiosa (Piano traffico, Piano mobilità sostenibile intercomunale, Regolamento viario e Revisione REC, Piano del verde, revisione PRG e PP1).

Visti i numerosi errori di progettazione riscontrati nelle opere pubbliche e la necessità di
garantire la partecipazione dei cittadini e dei portatori di interesse locali, sarà vantaggioso per tutti la pubblicazione preventiva sul sito del comune dei progetti di opere pubbliche prima della loro definitiva autorizzazione, per permettere a chiunque di segnalare errori, omissioni e proposte di miglioramento, rendendo la costruzione della città nuova un processo pubblico, trasparente e partecipato. Migliorerà sicuramente la qualità delle realizzazioni, ed il senso di identità e appartenenza dei cittadini alla propria città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montesilvano, il comitato Saline Marina Pp1: "Città e mare con tante barriere"

IlPescara è in caricamento