Il comitato Saline Marina pp1 dopo l'incontro con l'assessore Aliano: "La mobilità sostenibile non s'improvvisa"

Il presidente Di Giampietro commenta l'incontro riguardante il tema della pista ciclabile sul lungomare e le altre problematiche legate alla mobilità a Montesilvano

L'assocazione Saline Marina Pp1, con il presidente Di Giampietro, interviene in merito all'incontro avuto dal comitato e dalle altre associazioni ambientaliste con l'assessore comunale di Montesilvano Aliano, relativo alla nuova pista ciclabile sul lungomare nord di Montesilvano, ed agli altri problemi legati mobilità e traffico della città.

Il comitato ribadisce la contrarietà al progetto di rialzo della strada lungomare nella zona del Jova Beach Party, invece del solo rialzo della pista ciclabile come richiesto dall'associazione anni fa, in quanto si tratterebbe di un intervento fuori norma e pericoloso per ciclisti e pedoni, oltre che antiestetico.

Immediatamente va avviata la piantumazione  e sistemazione  a verde delle siepi frangivento  e parasabbia e degli alberi, e va avviato un progetto di riqualificazione del verde e degli arredi, esteso a tutto il lungomare, assegnato con concorso pubblico, a progettisti del verde capaci e competenti come principale strategia di riqualificazione della riviera.

Sul fronte degli allagamenti serve una riprogettazione dell'intera rete idraulica e non solo pompe mobili adeguando la rete alla popolazione della terza città d'Abruzzo. Anche la mobilità sostenibile va riprogrammata in un progetto più ampio che contempli pedonalità, ciclabilità e trasporto pubblico.

Per poter pedonalizzare la riviera, almeno in orari e periodi estivi, è indispensabile trovare un'alternativa modale ai 20 mila veicoli che ogni giorno la percorrono. Non si può ulteriormente rinviare il tema del trasporto pubblico in sede propria, insieme ai percorsi pedonali e ciclabili, sulla Strada Parco. 

La strada parco, secondo l'associazione, va poi riqualificata come un boulevard urbano della mobilità sostenibile, legata agli altri percorsi ciclopedonali con arredi specifici, alberate e protezioni sfruttando l'asse anche per le linee bus già esistenti:

Il sistema del trasporto pubblico, a priorità semaforica e baricentrico, va legato ai parcheggi di interscambio, pluripiano e intermodali (di cui ancora Montesilvano, con 4 mila posti letto alberghieri è  priva) a Silvi Stadio, Marina di CSA,  Montesilvano Alberghi. Presso la stazione di Montesilvano PP1 va realizzato il Terminal bus, non presso il parco Libertá per un'integrazione intermodale e di interscambio park-and-drive , park-and-bike.

Per il comitato, questi temi vanno affrontati con il dialogo e con un progetto condiviso, per il futuro stesso dell'interà città di Montesilvano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, l'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

Torna su
IlPescara è in caricamento