menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centro commerciale Montesilvano, Daventura: "Struttura di media vendita"

L'Assessore al Commercio e vicesindaco Daventura ha voluto precisare che è stata concessa l'autorizzazione, a Montesilvano, per la costruzione di una struttura di media vendita e non di un centro commerciale

Il Vicesindaco di Montesilvano, Claudio Daventura, spiega che la scelta di costruire una zona dedicata al commercio nel quartiere residenziale del PP1, da molti definito quartiere dormitorio, non può che dare un aiuto alla comunità della zona che lamenta da sempre l'assenza di traffico, di attività commerciali e di abbandono. Il Centro Commerciale è stato definito così erroneamente in quanto non si tratta di un centro commerciale ma di una zona dedicata alla vendita idonea alle zone residenziali.

Ma le critiche del Vicesindaco sono dirette al direttore provinciale di Confesercenti Gianni Taucci che "dimostra di non conoscere bene la normativa che regola la grande, media e piccola distribuzione". Taucci ha definito la nuova costruzione di D'Andrea "una grande distribuzione" ma il Vicesindaco chiarisce che non è così.

La legge regionale 17/2010 infatti blocca l’apertura di grandi superfici di vendita fino al 2012, ma l’Amministrazione comunale ha dato parere favorevole alla ditta D’Andrea per la realizzazione di una struttura di media vendita di 2.108 metri quadrati (prevista dalla L.R. 11/2008 art. 3 punto e). Per grande distribuzione invece la legge intende una costruzione di almeno 2.500 metri quadrati.

All’interno del nuovo insediamento produttivo è prevista l’apertura di massimo quattro attività di ristoro, non ci saranno quindi gallerie pronte ad ospitare altri negozi. Inoltre, sono previsti esternamente 2.260 metri quadrati riservati ai parcheggi dei clienti e 460 per i dipendenti.  

I negozianti che hanno tanto lottato per avere ascolto e per ristabilire il piano delle strade temono che questo centro commerciale possa convogliare il traffico solo in questo nuovo centro commerciale e non nei negozi vicini alle zone residenziali. Ma il vicesindaco invece rassicura: "Siamo certi che i piccoli punti vendita, situati nei pressi di corso Strasburgo, non perderanno clienti, anzi saranno agevolati da questa nuova struttura visto che darà maggiore visibilità all’intera area."

Le ragioni di questa rassicurazione risiedono nel fatto che la piccola distribuzione offre prodotti sicuramente diversi da quelli della media distribuzione. "

La costruzione della struttura comporterà anche un riassetto dell'urbanistica compreso il completamento di corso Strasburgo e la creazione di altri 150 posti auto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento