menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caso Tequila, sui banchi del Comune una proposta del Movimento dell'ex ministro Brambilla

Gli animalisti insistono sull'impreparazione degli agenti di polizia nell'affrontare simili situazioni e si fanno promotori di corsi di formazione professionale per una corretta gestione delle emergenze

Non si placano le polemiche sulla morte del cane Tequila. I ripetuti e stucchevoli scambi di accuse e responsabilità continuano a generare confusione e non aiutano a far emergere la verità.
Di certo le dure prese di posizione da parte di comitati e associazioni animaliste sono dettate da sete di giustizia e dalla volontà di conoscere l'esatta dinamica dei fatti.

Le notizie contrastanti apparse in queste settimane hanno contribuito ad alimentare le critiche.

Soltanto le autorità preposte, incaricate allo svolgimento delle indagini e della fase istruttoria, diranno se esiste nel caso specifico il presupposto di "necessità", che di fatto scagionerebbe l'agente della polizia municipale dall'accusa di reato penale. Sulla questione è intervenuto anche il Movimento Animalista di Michela Vittoria Brambilla.

«Noi non eravamo lì, testimoni diretti», afferma il coordinatore dell'Abruzzo, Guido Mammarella, «e non vi sarebbe alcuna logica nè utilità nell'avvalorare o contraddire le diverse versioni, ma c'è da evidenziare come il ricorso allo spray urticante al fine di immobilizzare il cane, o frenarne la presunta aggressività, abbia in ogni caso rappresentato una scelta non corretta che ha probabilmente incrementato quello stato di forte tensione psicologica già accusata dall'animale ormai braccato, e ciò può aver dato origine a una reazione naturale di difesa».

Per affrontare emergenze di questo tipo bisogna conoscere alcune tecniche di approccio, frutto di una specifica formazione professionale. A tal proposito, il Movimento Animalista propone all'amministrazione comunale degli incontri con educatori cinofili qualificati, pronti a offrire le proprie competenze a beneficio degli operatori di sicurezza e delle forze di polizia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento