rotate-mobile
Cronaca Montesilvano

Maxi sequestro di beni fra Montesilvano e Cappelle per 1 milione di euro

Nuova operazione delle Forze dell'Ordine pescaresi riguardante il sequestro e la successiva confisca di beni accumulati illecitamente. Nel mirino un pregiudicato già arrestato per omicidio e truffa

Continua senza sosta l'attività di contrasto delle Forze dell'Ordine pescaresi all'accumulo da parte di soggetti criminali di patrimoni illeciti.

Guardia di Finanza, Carabinieri e Questura infatti hanno proceduto questa mattina al sequestro preventivo di beni immobili e mobili per un valore di un milione di euro. Si tratta di case e ville fra Montesilvano e Cappelle, di proprietà di un pluripregiudicato, Vincenzo Bevilacqua, rom arrivato in Abruzzo nel 2005 da Potenza.

L'uomo ha alle spalle un arresto per omicidio e occultamento di cadavere e una truffa ai danni di una società di leasing auto. E proprio da quell'indagine, che nel 2011 portò all'arresto dell'uomo, sono partiti gli accertamenti che hnno permesso di dimostrare come l'ingente patrimonio sia stato accumulato grazie ad attività illecite, in quanto il tenore di vita non era compatibile con quanto risultava al Fisco ed all'Erario.

IL VIDEO DEL SEQUESTRO

Grazie alla Legge introdotta nel 2008, infatti, è possibile sequestrare preventivamente beni di ogni genere e valore qualora si riesca a dimostrare la provenienza illecita, non solo ad organizzazioni mafiose o criminali in genere, ma anche a singoli soggetti considerati pericolosi.

Dal 2007 i sequestri e le confisce eseguite nel pescarese hanno raggiunto la ragguardevole cifra di 31 milioni di euro.

DSC_2467-2

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi sequestro di beni fra Montesilvano e Cappelle per 1 milione di euro

IlPescara è in caricamento