rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Marina Nord

Manifestazione Petrolio Ombrina Mare a Pescara: raffica di adesioni

Nuove adesioni a pioggia per la manifestazione che si terrà domani a Pescara con partenza alle 15.30 dalla Madonnina del porto. Hanno confermato la loro presenza Pd, M5S, Critical Mass, Confcommercio e Arcidiocesi di Pescara-Penne

Nuove adesioni a pioggia per la manifestazione contro Ombrina Mare che si terrà domani pomeriggio a Pescara con partenza alle 15.30 dalla Madonnina del porto. Il segretario cittadino del Pd, Stefano Casciano, fa sapere che anche il Partito Democratico parteciperà: “No petrolio per l'Abruzzo regione verde d'Europa - afferma Casciano - è uno slogan che il Pd sente suo ed, è per questo che domani scenderemo in piazza per batterci contro la piattaforma petrolifera Ombrina mare”.

Anche la Confcommercio del capoluogo adriatico domani sarà in prima fila: "Non possiamo che confermare la nostra netta contrarietà al progetto Ombrina Mare e alle altre autorizzazioni concesse che, a fronte di un’impercettibile ricaduta economica per la collettività, rischia di creare un danno permanente all’economia abruzzese ed in particolare all’agricoltura e al turismo. Che senso ha puntare sulla costa dei trabocchi, sullo sviluppo sostenibile del territorio, sull’enogastronomia dell’entroterra, se poi si contraddice tutto ciò con scelte strategiche di segno opposto?".

Concetti ribaditi da padre Aldo D’Ottavio, responsabile della pastorale sociale e del lavoro dell'arcidiocesi di Pescara-Penne: "I progetti in corso per la nostra costa adriatica da parte di multinazionali del petrolio sono parte dell'accaparramento delle risorse energetiche non rinnovabili da parte di alcuni Stati, gruppi di potere e imprese che costituisce un grave impedimento per lo sviluppo dei Paesi poveri e percorrono strade di sviluppo di cui stiamo vivendo in termini di crisi finanziaria, produttiva, di condizioni di vita e che sono sintomi di un male peggiore che è quello etico e valoriale. Questo ci preoccupa del progetto Petroli in Abruzzo". 

Anche Critical Mass Pescara sosterrà a modo suo la protesta. I membri dell'associazione raggiungeranno in bici il luogo della manifestazione, con partenze da Montesilvano - Piazza Diaz, Sambuceto - Piazza Municipio e Francavilla - Asterope alle 14:30.

Non mancherà il Movimento 5 Stelle, che coglie l'occasione per ricordare al governatore Gianni Chiodi che "la sua lettera consegnata al Ministero dell'Ambiente è stata tardiva e, di fatto, tecnicamente irrilevante. Non capiamo a cosa si riferisca Chiodi quando si vanta della riapertura del procedimento: il procedimento della Via non è stato mai chiuso, tant'è che nelle nostre due visite al Ministero dell'Ambiente ci è stato confermato che il procedimento era ancora aperto: a cosa si riferisce, dunque, Chiodi? Di cosa si vanta?".

Avevano già aderito il Comune di Pescara, SEL e Rifondazione Comunista.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifestazione Petrolio Ombrina Mare a Pescara: raffica di adesioni

IlPescara è in caricamento