rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Cronaca Spoltore

Si spaccia per dipendente delle Poste, truffa sventata a Santa Teresa di Spoltore

La vittima è stata invitata a recarsi nello sportello Atm di via Gran Sasso per ritirare un contributo a fondo perduto come ristoro delle mancate entrate causate dall’emergenza Covid

Una donna si è finta dipendente delle Poste cercando di convincere la presidente di un’associazione sportiva a consegnarle del denaro. L'episodio si è verificato ieri a Santa Teresa di Spoltore, e a raccontarlo è il quotidiano on line Spoltore Notizie. Fortunatamente la vittima, intuendo il raggiro, è stata al gioco per poi smascherare la truffatrice. Tutto è iniziato con una telefonata, in cui la finta dipendente (con tanto di nome e cognome, ovviamente falsi), invitata la malcapitata a recarsi nello sportello Atm di via Gran Sasso per ritirare un contributo a fondo perduto come ristoro delle mancate entrate causate dall’emergenza Covid.

Una volta giunta sul posto, la presidente avrebbe dovuto effettuare una ricarica PostePay da 250 euro per poter così ritirare un assegno di circa 3mila euro. Tuttavia, anziché andare allo sportello Atm, la donna ha richiamato la falsa impiegata dicendole che si trovava davanti all’ufficio postale indicato, e la invitava a uscire per portare a termine la pratica. A quel punto la truffatrice, sentendosi ormai scoperta, ha riattaccato il telefono e non ha più risposto alle successive chiamate. Di conseguenza è stata sporta denuncia ai carabinieri di Spoltore, che adesso dovranno indagare per cercare di risalire a chi stava cercando di intascare in maniera illecita una somma così importante.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si spaccia per dipendente delle Poste, truffa sventata a Santa Teresa di Spoltore

IlPescara è in caricamento