rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca Spoltore

Truffe informatiche, nei guai un giovane di Spoltore individuato dai carabinieri

Il 20enne, M.F., si è visto recapitare una denuncia dai carabinieri di Piombino Dese

Un giovane di soli 20 anni di Spoltore è finito nei guai con l'accusa di truffa informatica.
Il 20enne, M.F., si è visto recapitare una denuncia dai carabinieri di Piombino Dese, come riferisce PadovaOggi.

Il meccanismo messo in atto dal ragazzo, già noto alle forze dell'ordine, è quello della "truffa inversa" ovvero che chi sembra il compratore alla fine riesce a farsi accreditare il denaro.

La vittima, un 35enne padovano, in questo caso ha perso dieci volte quello che avrebbe dovuto guadagnare. Grazie a un'accurata indagine ha permesso ai militari dell'Arma di identificarlo come l'autore di una truffa informatica ai danni di un 35enne piombinese che lo scorso autunno aveva messo in vendita in Internet un tablet. Il padovano aveva pubblicato un annuncio su Subito.it, chiedendo 200 euro per l'acquisto e ricevendo a settembre il messaggio di un sedicente compratore. I due si erano accordati per concludere l'affare ma il pescarese è riuscito a convincere il 35enne a inviargli su una carta prepagata un bonifico di 2 mila euro, salvo poi tagliare ogni contatto. Solo lunghi mesi di accertamenti hanno ora portato a individuare il responsabile nascosto dietro lo schermo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffe informatiche, nei guai un giovane di Spoltore individuato dai carabinieri

IlPescara è in caricamento