rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Cronaca

Un'attività sospesa e dolci di Pasqua sequestrati: il bilancio dei controlli dei Nas del Pescarese

Controlli a tappeto in tutta la regione: delle 35 strutture visitate dai militari del Nucleo antisofisticazione e sanità in ben 25 sono state riscontrate irregolarità

Con le festività di Pasqua più intensa l'attività di controllo dei carabinieri dei Nas che hanno riscontrato violazioni in 25 strutture (forni, panifici e pasticerie) delle 35 in cui hanno effettuato i sopralluoghi. Violazioni amministrative per li più afferenti a carenze igienico sanitarie e strutturali nei locali adibiti a laboratori di preparazione dei prodotti da forno e pasticceria fresca-secca (presenza di muffa alle pareti, ragnatele e infiltrazioni, sporco vetusto, manutenzione carente ed altro) nonché omesse informazioni ai consumatori in tema di ingredienti e allergeni. In alcuni casi sono stati operati sequestri di alimenti per mancata tracciabilità e, con l’intervento del competente Servizio Ian della Asl, per alcune imprese alimentari sono stati adottati provvedimenti di sospensione dell’attività e blocco ufficiale di alimenti.

Nella provincia di Pescara sono state rilevate carenze igienico sanitarie e documentali nonché carenze nelle informazioni al consumatore in tema di allergeni e ingredienti e omessa attuazione procedure autocontrollo. In un caso è stato adottato provvedimento di sospensione dell’attività di laboratorio di pasticceria poiché non autorizzato mentre, in due casi, si è proceduto al sequestro di prodotti tipici pasquali per assenza di tracciabilità.

Nell’aquilano riscontrate carenze igienico-sanitarie strutturali e gestionali nonché utilizzo di locali non autorizzati. In un caso è stata disposta la sospensione dell’attività di un laboratorio di pasticceria per carenze igienico-sanitarie.

Nel chietino sono state rilevate infrazioni connesse a problematiche di carattere igienico sanitario. In due casi è stata disposta la sospensione dell’attività di un laboratorio di pasticceria e di un forno per carenze igienico-sanitarie.

Nel teramano sono emerse sempre carenze igienico sanitarie e omessa attuazione delle procedure di autocontrollo cui al sistema haccp e di tracciabilità. In un caso è stata disposta la sospensione di un deposito alimenti per carenze igienico-sanitarie mentre in due casi sono stati adottati provvedimenti di blocco ufficiale e sequestro di prodotti dolciari non tracciati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un'attività sospesa e dolci di Pasqua sequestrati: il bilancio dei controlli dei Nas del Pescarese

IlPescara è in caricamento