Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Città sant'angelo

Città Sant'Angelo: gli fa perdere un "cliente" minorenne, spacciatore tenta di uccidere un 40enne

Un palestinese di 32 anni è stato arrestato dalla Squadra Mobile con l'accusa di tentato omicidio, resistenza a pubblico ufficiale, spaccio e lesioni. L'uomo ha tentato di uccidere un marocchino che aveva impedito ad un minorenne di acquistare una dose

E' stato identificato ed arrestato dalla Polizia un palestinese di 32 anni, pregiudicato, responsabile di diversi episodi di spaccio a Città Sant'Angelo, di un'aggressione agli agenti e di tentato omicidio. E proprio il tentato omicidio di un 40enne marocchino è finito al centro dell'attività investigativa della Squadra Mobile.

Il 2 giugno scorso a Città Sant'Angelo, in via delle Tamerici, un 40enne marocchino aveva infatti impedito ad un ragazzo minorenne di avvicinarsi all'arrestato per acquistare una dose di droga. Infastidito dalla perdita del cliente, il palestinese ha rotto due bottiglie di vetro e con i pezzi taglienti ha aggredito il 40enne ferendolo al petto e colpendolo più volte con calci. La vittima è riuscita a chiedere aiuto ed è stata salvata e trasportata in ospedale in prognosi riservata, con una grave ferita al torace e perforazione dei polmoni.

DROGA E MOVIDA, ARRESTATO NIGERIANO

Grazie alle indagini l'aggressore è stato riconosciuto in foto dalla vittima. L'arrestato ad aprile era riuscito a sfuggire ad un arresto sempre in via delle Tamerici, dove gli agenti lo hanno fermato con della droga ma l'uomo li ha aggrediti violentemente riuscendo a fuggire in mezzo alla boscaglia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città Sant'Angelo: gli fa perdere un "cliente" minorenne, spacciatore tenta di uccidere un 40enne

IlPescara è in caricamento