rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca

Area di risulta: riqualificazione in sinergia con l'intervento di RFI sulla stazione centrale?

Amministrazione comunale e Ferrovie vogliono unire le forze per dare un nuovo aspetto ed una nuova importanza alla zona a cavallo fra l'area di risulta e la stazione centrale. "Sarà una delle porte di pregio della città"

Riqualificare l'intera zona attorno alla stazione centrale e delle aree di risulta, per offrire una nuova vetrina di pregio per chi arriva in città. E' l'obiettivo dell'accordo fra amministrazione comunale ed RFI con Cento Stazioni al centro dell'incontro avvenuto ieri alla presenza dell''assessore al Governo del Territorio e Politiche Urbane Stefano Civitarese Matteucci, vice sindaco Antonio Blasioli, dirigente del Dipartimento Tecnico Tommaso Vespasiano, dirigente del settore Lavori Pubblici Giuliano Rossi, la funzionaria comunale Francesca Marzetti, per le Ferrovie c’erano il Direttore Compartimentale Stefano Morellina, il rappresentante di Centostazioni Andrea Destro e tecnici del Compartimento di Ancona.

I dettagli

Civitarese ha spiegato ed illustrato come sarà la nuova stazione e l'area attigua: "Nella parte interrata andranno infatti sia il terminal dei bus extraurbani, che una quota dei parcheggi ed entrambi avranno un diretto accesso alla stazione, questo al fine di creare interconnessioni fra i mezzi su gomma e ferro. Ulteriore obiettivo condiviso è quello di rendere più vivibili e fruibili tutte le superfici della stazione, lo scopo è utilizzare per intero la struttura attuale, rendendo vitali spazi che oggi di fatto non lo sono e che sono separati dagli attuali “fornici”, le gallerie di collegamento fra le varie parti interne alla stazione. Queste saranno tra loro collegate con percorsi pedonali trasversali, sia al piano terra che ai piani superiori, come accade nelle più moderne stazioni italiane ed europee. Un quadro che si sposa perfettamente con le nuove Norme Tecniche di Attuazione (PRG) approvate dalla Giunta, che prevedono in quegli spazi sia servizi per la stazione, quanto ambiti pubblici da destinare ad attività di interesse collettivo: dai musei, alle sale espositive, librerie, locali per coworking e anche una ciclostazione per gli spostamenti in bici e per agevolare il traffico intermodale."

AREA DI RISULTA, PARCHEGGIO MULTIPIANO DA 5 MILA POSTI?

L'obiettivo comune è allontanare degrado, scarso decoro pubblico e microcriminalità rendendo la zona più sicura per i turisti e per i cittadini. Via Ferrari punta ad essere una direttrice portante della nuova viabilità anche grazie al vicino Ponte Flaiano. "Per mettere a punto nei dettagli questa strategia ci si rivedrà entro i primi di settembre, per far sì che tutto questo sia contenuto nel progetto preliminare della riqualificazione del parco centrale che andrà in Consiglio Comunale in autunno” ha concluso Civitarese.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Area di risulta: riqualificazione in sinergia con l'intervento di RFI sulla stazione centrale?

IlPescara è in caricamento