Cronaca

Accattonaggio, bivacchi e degrado: emergenza in centro

A denunciare la situazione diventata insostenibile alla vigilia dell'estate è la Confcommercio che parla di uno spettacolo indecente ed indecoroso. "Molestatori, degrado e poco decoro dalla stazione fino a Corso Umberto"

Emergenza bivacchi, accattonaggio e decoro a Pescara centro. A lanciare l'allarme la Confcommercio Pescara che, alla vigilia dell'estate e dunque della stagione turistica, parla di una situazione inaccettabile e di una vetrina vergognosa per i bagnanti e turisti che raggiungeranno la città.

Problemi dalla stazione fino a Corso Umberto: "E’ ormai una situazione fuori controllo che offre un’immagine indecorosa della nostra città in considerazione che il percorso in questione rappresenta il biglietto da visita che Pescara propone alla nostra clientela e ai turisti. A ciò si aggiungono altre situazioni incresciose in Piazza Sacro Cuore dove le fontane vengono utilizzate anche in pieno giorno da gruppi di rumeni per lavarsi i piedi e quant’altro. Altro fenomeno ormai dilagante è quello del bivacco notturno: un autentico dormitorio a cielo aperto che pervade varie strade del centro e che raggiunge l’apice nell’area di risulta laddove la sera diventa davvero difficile andare a recuperare l’auto senza imbattersi in bivacchi, molestatori e persone dedite a fare i propri bisogni in prossimità delle auto."

PROTOCOLLO CONTRO PROSTITUZIONE, ACCATTONAGGIO E TRAFFICO D'ORGANI

Confcommercio chiede al Comune un'azione decisa, dirottando i fondi pari a 200 mila euro destinati al mercatino etnico sotto il tunnel della stazione per migliorare sensibilmente decoro e pulizia delle zone centrali cittadine."L’intera città si aspetta questo che sarebbe un, seppur tardivo, forte segnale di utilità politica."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accattonaggio, bivacchi e degrado: emergenza in centro

IlPescara è in caricamento