rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Attualità

Vigilanza notturna abusiva negli stabilimenti balneari, l'Ugl chiede controlli a prefetto e questore

A chiederlo, in riferimento alla vigilanza notturna negli stabilimenti balneari, è il segretario del sindacato Ugl Sicurezza Civile Abruzzo, Fabio Urbini

Controllare e sanzionare pesantemente quelle aziende che operano in notturna senza essere provvisti di licenza per operare come istituti di vigilanza in base all'articolo 134 del Tulps.
A chiederlo, in riferimento alla vigilanza notturna negli stabilimenti balneari, è il segretario del sindacato Ugl Sicurezza Civile Abruzzo, Fabio Urbini.

«Con il ritorno della stagione estiva», scrive Urbini, «torna l’ormai cronico problema della vigilanza abusiva svolta negli stabilimenti balneari da parte di aziende che non sono in possesso di licenza per svolgere tale servizio. Come sempre viene spacciato il servizio di antincendio e/o portierato come eguale a quello di vigilanza ovviamente a costi molto più bassi».

«Siamo stati informati», aggiunge Urbini, «che alcuni Istituti regolarmente autorizzati stanno avendo difficoltà a firmare i contratti a causa di queste ditte sprovviste di licenza che propongono a costi irrisori “vigilanza” antincendio e/o portierato (di notte sul mare su una spiaggia interdetta al pubblico da ordinanza della capitaneria di porto?). Preghiamo quindi prefettura e questura di effettuare i dovuti controlli e/o effettuare opportune comunicazioni alle associazioni di categoria per tutelare il settore della vigilanza privata, precisando che la vigilanza è solo quella offerta dagli Istituti regolarmente autorizzati dalla prefettura. Siamo certi che vista l’importanza dell’argomento e le problematiche anche di ordine pubblico che l’affidamento di questo servizio a persone non autorizzate potrebbe creare verranno messe in atto tutte le attività necessarie a reprimere questo tipo di attività abusiva».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigilanza notturna abusiva negli stabilimenti balneari, l'Ugl chiede controlli a prefetto e questore

IlPescara è in caricamento