Attualità

Terminal bus da Tiburtina ad Anagnina, contrario anche il consiglio regionale abruzzese

Approvato un ordine del giorno per esprimere contrarietà alla delocalizzazione del terminal bus e chiedere alla giunta qualsiasi azione, anche legale, per evitare lo spostamento

Anche il consiglio regionale abruzzese è contrario allo spostamento del terminal bus dalla stazione Tiburtina ad Anagnina deciso a Roma.
È stato infatti approvato dai Capigruppo un ordine del giorno proposto dal presidente del consiglio regionale Giuseppe Di Pangrazio.

L'ordine del giorno, oltre a esprimere la contrarietà alla delocalizzazione del terminal bus dalla stazione Tiburtina ad Anagnina, chiede anche l'impegno della giunta regionale e l'ufficio di presidenza del consiglio, «ad assumere ogni iniziativa istituzionale e se necessario, di ordine legale, con la giunta capitolina, il governo regionale del Lazio affinché la decisione della Giunta Raggi sia immediatamente revocata». 

Tra gli impegni posti in votazione nel documento anche l'impegno per le Istituzioni regionali abruzzesi di chiedere con la massima urgenza un confronto istituzionale con la giunta capitolina e il governo nazionale per avviare uno studio approfondito che conduca alla permanenza della stazione di Roma Tiburtina con il suo ammodernamento funzionale, salvaguardando il sito come snodo di trasporto insostituibile nella intermodalità regionale, nazionale e internazionale che si sviluppa in Roma Capitale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terminal bus da Tiburtina ad Anagnina, contrario anche il consiglio regionale abruzzese

IlPescara è in caricamento