menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pazienti cronici monitorati a distanza tramite la telemedicina: parte il progetto sperimentale a Scafa

La piattaforma si chiama "D.e.s.i" (Digital Environment and Monitoring System for Chronic Pazient Inclusion) e consentirà di monitorare i parametri dei pazienti cronici ed intervenire in caso di necessità

Un sistema di telemedicina a distanza, che consentirà ai pazienti cronici affetti da varie patologie come cardiopatie, l'asma, il diabete, l’ipertensione, lo scompenso cardiaco, la bronco-pneumopatia cronica ostruttiva di essere monitorati in tempo reale da parte del personale medico del Nucleo di Cure Primarie (Unità Complessa di Cure Primarie – U.C.C.P. Sperimentale) di Scafa, con la possibilità di intervenire direttamente via telefonica oppure a domicilio in caso di necessità.

Si chiama D.e.s.i. (Digital Environment and Monitoring System for Chronic Pazient Inclusion) ed il sistema è finanziato con fondi della Regione Abruzzo. La rilevazione dei parametri biomedici avviene tramite appositi device, che inviano i dati ad un software in uso al personale medici ed infermeristico dell'U.C.C.P di Scafa, che potranno visionare i risultati in tempo reale. Inoltre il sistema gestisce anche alert via sms o email,  con consulenza telefonica oppure intervento diretto del medico H24. Il sistema rileva anche eventuali cadue, grazie ad un gps dedicato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento