rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Attualità

Sede unica della Regione nell'area di risulta: c'è il sì della giunta comunale, ora il protocollo d'intesa

Approvata la delibera con cui l'amministrazione manifesta il suo interesse a realizzarla nello spazio antistante la stazione ferroviaria dove sorgerà il nuovo grande parco urbano: si punta ad una realizzazione tempestiva

Dalla giunta comunale arriva il sì alla realizzazione della sede unica della Regione Abruzzo nell'area di risulta. E' stata approvata ieri sera la delibera con cui l'amministrazione manifesta il proprio interesse a costruirla proprio nello spazio richiesto dalla Regione con la delibera del 14 febbraio 2022, ovvero in uno spazio di 9mila metri quadrati adiacente corso Vittorio Emanuele II e vicino alla stazione ferroviaria, al capolinea degli autobus urbani ed extra urbani e via Piave.

Con il documento l'amministrazione dà quindi ndirizzo agli uffici del gabinetto del sindaco “di predisporre un protocollo d’intesa ovvero un documento avente gli elementi essenziali della convenzione tra enti o dell’accordo di programma, per descrivere la convergenza di interessi fra le parti, indicando una comune linea d’azione prestabilita ed i conseguenti programmi di attività da sottoporre alla Regione Abruzzo entro il termine di 30 giorni dall’approvazione della presente deliberazione”. Il documento prevede anche di “definire, congiuntamente a tutti i settori competenti, i procedimenti necessari ed i termini per il compimento degli stessi, onde consentire la tempestiva realizzazione di

una sede unica della Regione Abruzzo nel Comune di Pescara”, così come richiesto dallo stesso ente. L'obiettivo, viene specificato nella delibera comunale approvata ieri, è quello di riqualificare tutta l'area attraverso un progetto fatto di “opere strategiche e prioritari seppure da eseguire in lotti funzionali”. Riqualificazione che prevede quindi la realizzazione di un grande parco urbano a servizio della città; una infrastruttura viaria di attraversamento; aree e strutture per la razionalizzazione e l’organizzazione del traffico delle autolinee locali, nazionali e internazionali; parcheggi multipiano; uno spazio pubblico “di relazione”; servizi utili al nuovo paro urbano e percorsi di attraversamento dedicati alla mobilità sostenibile che completino la rete esistente. L'amministrazione ricorda quindi che il 24 maggio è stata approvata un'altra delibera, quella del progetto di fattibilità tecnica ed economica del primo lotto per la realizzazione del parco centrale che dovrà sorgere nello spazio antistante la stazione ferroviaria, per un importo complessivo di 15 milioni e 900 mila euro. “

Tenuto conto che attualmente la Regione Abruzzo dispone di uffici regionali distribuiti in varie zone della città” e che “ha manifestato la volontà ad una centralizzazione degli stessi in località unica” oltre che aver deliberato di voler individuare proprio nel Comune di Pescara l'area per la nuova sede, si legge ancora nella delibera, la giunta comunale ha quindi deciso “di demandare al dipartimento risorse la attivazione delle procedure necessarie all'acquisizione della progettazione dei lavori necessari alla realizzazione di detta sede”. L'ultimo incontro tra Comune e Regione che ha portato quindi alla decisione di sottoscrivere il protocollo d'intesa di cui è oggetto la delibera, si è tenuto il 17 giugno.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sede unica della Regione nell'area di risulta: c'è il sì della giunta comunale, ora il protocollo d'intesa

IlPescara è in caricamento