rotate-mobile
Attualità Manoppello

Secondo incontro e dibattito sul progetto del raddoppio ferroviario fra interporto-Manoppello e Manoppello-Scafa

Si tratta del secondo incontro pubblico organizzato per discutere ed illustrare i dettagli del progetto per l'alta velocità ferroviaria fra Pescara e Roma

Secondo tavolo itinerante ieri 10 marzo sul progetto del raddoppio ferroviario della ferrovia Pescara - Roma per il tratto interporto-Manoppello e Manoppello-Scafa. L'obiettivo degli incontri, organizzati da Rfi e dai progettisti dell'opera che consentirà di portare l'alta velocità ferroviaria nel collegamento con la Capitale, è quello di valutare approfonditamente l'impatto e le possibili varianti al progetto per il lotto 2 nel tratto Alanno-Scafa con la coordinatrice del dibattito pubblico Iolanda Romano che ha incontrato il sindaco di Scafa Maurizio Giancola, il sindaco di Alanno Oscar Pezzi assieme ai tecnici comunali e ai tecnici Rfi e Italferr.

Nel primo pomeriggio, partendo dal Municipio di Scafa, sono stati effettuati sopralluoghi dettagliati presso la zona della stazione di Scafa - per valutare gli interventi in termini di mobilità ciclopedonale e automobilistica - e presso la stazione di Alanno, dove si è considerata la possibilità di realizzare una nuova viabilità di connessione tra le zone abitate, al posto del sottopasso attuale nei pressi della stazione. Tra i temi trattati, diverse opzioni che permetterebbero di ridurre l’impatto dell’opera sulla vita quotidiana dei cittadini e la promozione di soluzioni che possano preservare la qualità della vita e della viabilità: è stata avanzata la richiesta che un ponte attualmente utilizzato per la ferrovia possa diventare una pista ciclabile in grado di connettere i Comuni di Scafa e Alanno e che una villa storica possa essere preservata. La Romano ha dichiarato:

“Il processo di dibattito pubblico si sta dimostrando in questi giorni uno strumento sempre più centrale per favorire il dialogo tra le istituzioni del territorio e il proponente dell’opera. Abbiamo accolto le istanze dei sindaci, organizzando sopralluoghi e tavoli tecnici: abbiamo ascoltato tutti gli attori in gioco e grazie a questa attività di mediazione si è instaurato un clima che mi sento di poter definire collaborativo”.

Alle 17, il Dibattito Pubblico è proseguito con il secondo incontro di approfondimento, aperto alla cittadinanza e dedicato alla viabilità di progetto secondo il tracciato predisposto da Rfi-Rete Ferroviaria Italiana e dei possibili interventi di riqualificazione per la mobilità ciclopedonale, automobilistica e dei mezzi pubblici intorno alle stazioni. A questo incontro erano presenti anche il sindaco di Chieti Diego Ferrar, il presidente e vicepresidente della commissione speciale Vincenzo Ginefra e Roberto Miscia, e i sindaci Giorgio De Luca di Manoppello, Simone Palozzo di Rosciano, Oscar Pezzi di Alanno e Maurizio Giancola di Scafa

Presenti anche Marco Marchese direttore investimenti area centro di RfiI, Andrea Borgia referente di progetto di Rfi e Ilaria Spinelli Project Manager Rfi del progetto. Per Italferr invece presenti Fabrizio Arduini progettista opere civili, Piergiuseppe Tascione progettista opere infrastrutturali, Francesco Ciccarello e Lorenzo Visci entrambi  ingegneri progettisti. 

I cittadini presenti sono stati suddivisi per comune e gruppi di lavoro di 10 15 persone. Il prossimo incontro si terrà il 17 marzo alle 19,30. Per informazioni su come partecipare al dibattito pubblico è possibile visitare il sito web dedicato www.dpromapescara.it

tavolo rfi2-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Secondo incontro e dibattito sul progetto del raddoppio ferroviario fra interporto-Manoppello e Manoppello-Scafa

IlPescara è in caricamento