menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lungomare sud Pescara, partono i lavori di ripascimento e di rinforzo delle scogliere

Due i punti di intervento in cui si opererà per la ricostituzione della spiaggia attraverso il ripascimento morbido e poi sulle scogliere, potenziando sia quelle emerse che le soffolte

Sono stati presentati oggi, martedì 16 aprile, i lavori anti erosione del litorale sud di Pescara.
Come spiegano gli assessori al Demanio, Gianni Teodoro, e quello ai Lavori Pubblici, Tonino Natarelli, entro i primi di maggio saranno ripristinati scogliere e arenile.

Due i punti di intervento in cui si opererà per la ricostituzione della spiaggia attraverso il ripascimento morbido e poi sulle scogliere, potenziando sia quelle emerse che le soffolte.

Come spiega l'assessore Teodoro, i lavori riguardano la realizzazione sia di opere rigide con il potenziamento delle scogliere, che la ricostruzione dell’arenile, attraverso la sabbia che verrà aspirata al largo. Due i luoghi interessati dalle operazioni: 

  • il primo al confine con Francavilla, fra gli stabilimenti Ombretta, il Pirata e il Corallo vicino allo stabilimento Ombretta: la linea di battigia arriverà fino al Corallo (Ombretta, il Pirata e il Corallo) per ripristinare la linea di costa profonda 15 metri lineari integrando l’attuale arenile con altri 4.700 metri cubi di sabbia.
  • l'altro segmento è quello che va da Rivadoro, Circolo della Vela, Nuovo Tramonto e Coralba, dove lo scorso anno erano già stati rimessi 2.700 metri cubi, a cui se ne aggiungeranno altrettanti per ricostituire la linea di confine fra battigia e confine per un totale di 5.000 metri cubi, fabbisogno fissato per entrambi i tratti. Sul primo tratto, da Ombretta al Corallo, inoltre, verranno potenziate le scogliere emerse, rialzandole secondo il progetto originario, mentre sul secondo andremo a fare verifiche per l’ eventuale ripristino di quelle soffolte nei punti dove risultano carenti.

L'investimento totale è pari a 245mila euro, di cui 95mila per il ripascimento morbido, il resto per le scogliere, «a questi si aggiungono 80mila euro di fondi disponibili nei capitoli del Demanio Marittimo, da cui attingeremo nel caso sia necessario fare ulteriori interventi sulle scogliere.
I lavori di ripascimento saranno completati la settimana dopo Pasqua su entrambi i tratti: per la fine di aprile, al massimo agli inizi di maggio, saranno ripristinate anche le scogliere. Finiti i lavori scogliera e arenile a sud saranno pari a quelli a nord del fiume.

gianni teodoro assessore-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

  • Cura della persona

    Soap brows: come ottenere le sopracciglia “insaponate”

  • Salute

    Cos’è la stanchezza primaverile e come combatterla

Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento