menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rigopiano, degrado ed incuria nell'area della tragedia

A sollevare il caso il consigliere regionale Pettinari che sottolinea come nell'area dove si trovava l'Hotel crollato nel 2017, siano ancora presenti rifiuti, detriti e condizioni di pericolo

Il consigliere regionale Pettinari, del M5S, denuncia una situazione di degrado ed incuria inaccettabile nell'area dell'Hotel Rigopiano, crollato per una valanga nel gennaio 2017. Nonostante siano passati più di due anni, infatti, come segnalato dai residenti di Farindola, nell'area ci sono ancora migliaia di metri cubi di rifiuti anche potenzialmente inquinati. Inoltre, la strada che costeggia l'area posta sotto sequestro non è stata messa in sicurezza:

"Manca il guardrail, sulla strada ci sono ancora numerose buche create dai massi scesi giù dalla montagna, alcuni detriti sono ancora ammassati sui lati delle carreggiate. I cumuli di macerie sull’area interessata, che dovevano essere portati nelle discariche, sono ancora lì; si tratta di migliaia di MQ di materiale probabilmente potenzialmente inquinante. I detriti sono anche finiti nell’area che sovrasta la cascata del Vitello D’Oro. Alcuni cittadini, inoltre, mi hanno segnalato che anche a seguito del lavori per l’illuminazione pubblica pare che sia stata rotta una rete fognaria e che non sia stata messa a posto”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento