rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Attualità

Il consigliere regionale Mariani attacca la Regione Abruzzo: "Corto circuito fra scuole e tamponi privati, è il caos"

Il consigliere di "Abruzzo in Comune" chiede alla giunta di validare i referti dei tamponi privati evitando il caso che regna attualmente fra le scuole e le famiglie abruzzesi

Intervenire subito per arginare il caos che regna fra le famiglie e le scuole abruzzesi sulla questione dei tamponi, con tempi d'attesa troppo lunghi per quelli delle Asl e il problema della mancata validità di quelli effettuati privatamente. A lanciare l'appello alla giunta regionale è il consigliere di "Abruzzo in Comune" Mariani, come riporta l'Ansa, che raccoglie l'appello già lanciato dall'Anci Abruzzo che ha chiesto un incontro urgente con Marsilio e l'assessore Verì per intervenire sul fronte delle scuole.

Il problema, spiega Mariani, è il corto circuito che si è innescato quando la famiglia di un bambino effettua un tampone privatamente per non attendere i tempi lunghi delle Asl. Se risulta positivo, la famiglia comunica subito l'esito alla scuola che però non attiva alcun protocollo di sicurezza essendo il referto di una struttura privata. In questo modo intere classi continuano la didattica a distanza rischiando di generare nuovi focolai.

L'unico provvedimento che i sindaci possono adottare è la chiusura preventiva in attesa della conferma Asl secondo un principio di precauzione. Una situazione assurda e l'immobilismo regionale è a un passo dal trasformarsi in una colpa grave

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il consigliere regionale Mariani attacca la Regione Abruzzo: "Corto circuito fra scuole e tamponi privati, è il caos"

IlPescara è in caricamento