Firmato il decreto "Spostamenti", divieti e restrizioni previsti per Natale e Capodanno

Mattarella ha infatti firmato il decreto legge contenente "Disposizioni urgenti per fronteggiare i rischi sanitari connessi alla diffusione del virus Covid-19"

Il nuovo decreto con i divieti per il periodo delle festività di NataleCapodanno ed Epifania è stato firmato dal presidente della Repubblica.
Mattarella ha infatti firmato il decreto legge contenente "Disposizioni urgenti per fronteggiare i rischi sanitari connessi alla diffusione del virus Covid-19".

Questo quanto viene previsto nell'articolo 2 per il periodo tra il 21 dicembre e il 6 gennaio

«Dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 è vietato, nell'ambito del territorio nazionale, ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome, e nelle giornate del 25 e del 26 dicembre 2020 e dell'1 gennaio 2021 è vietato altresì ogni spostamento tra comuni, salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra Regione o Provincia autonoma e, nelle giornate del 25 e 26 dicembre 2020 e dell'1 gennaio 2021, anche ubicate in altro comune, ai quali si applicano i predetti divieti».

Resterà in vigore anche il coprifuco alle ore 22. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'annuncio del presidente Marsilio: "L'Abruzzo torna in zona arancione"

  • Ragazza scomparsa da Montesilvano, l'appello per ritrovarla [FOTO]

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

  • A "L'ingrediente perfetto" su La7 Roberta Capua prepara gli arrosticini in padella con burro e salvia [FOTO - VIDEO]

  • Nel nuovo dpcm per il Covid arriva la zona bianca: per l'Abruzzo serviranno meno di 650 contagi a settimana

  • Maltempo in arrivo sull'Abruzzo, previsti neve e freddo: l'avviso della protezione civile

Torna su
IlPescara è in caricamento