Furto d'identità a Pescara, il caso finisce a "Le Iene" [VIDEO]

Tutto è cominciato quando una donna, che vive a Parma, ha consegnato i suoi documenti personali per affittare un appartamento al mare nella nostra città dopo aver trovato un annuncio on line. Il servizio è andato in onda ieri sera su Italia 1

Furto d'identità a Pescara, il caso finisce a "Le Iene". Nella puntata andata in onda ieri sera su Italia 1, infatti, Luigi Pelazza ha raccontato la storia di una banda di ladri di identità che ha letteralmente sconvolto la vita di Barbara. Tutto è cominciato quando la donna, che vive a Parma, ha consegnato i suoi documenti personali per affittare un appartamento al mare nella nostra città dopo aver trovato un annuncio on line.

Da lì la signora Barbara è piombata in un vero e proprio incubo perché si è ritrovata titolare, a sua insaputa, di una società che era stata fittiziamente intestata a lei. Nel servizio, intitolato "Quando una banda criminale ti ruba l'identità", si parla di due pescaresi che Pelazza riesce anche a rintracciare in un condominio di Milano, quando cerca di parlare con uno di loro.

Ma tutto ciò che l'inviato de "Le Iene" riesce a farsi dire dal ragazzo è che adesso lui è pulito e si occupa di gestire, per turismo, alcune case a Ibiza. L'anno scorso i giovani pescaresi in questione erano stati coinvolti in un caso di cronaca legato allo sfruttamento della prostituzione. Per rivedere il servizio è sufficiente cliccare QUI.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Diego Armando Maradona e l'Abruzzo, ecco la foto con lo chef Quintino Marcella

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

Torna su
IlPescara è in caricamento