rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Attualità

Fratino ferito, curato a Pescara e guarito: ora può tornare "a casa"

L'uccellino ha rischiato la vita dopo aver mangiato un'esca legata a un amo in acciaio, che gli si era conficcata in gola. È stato trovato sulla battigia, nella sua spiaggia di Campomarino, in Molise

Un Fratino ferito, e curato nel Centro Recupero Fauna Selvatica di Pescara, ora è guarito e può dunque tornare "a casa". Questa storia a lieto fine viene raccontata da Chieti Today. L'uccellino ha rischiato la vita dopo aver mangiato un'esca legata a un amo in acciaio, che gli si era conficcata in gola.

È stato trovato sulla battigia, nella sua spiaggia di Campomarino, in Molise, da un volontario di Ambiente Basso Molise, e consegnato ai carabinieri forestali di Termoli che, a loro volta, lo hanno trasferito a Pescara grazie al contributo dei militari di Vasto. Una volta tornato in piena forma, il piccolo volatile è stato rilasciato sull'arenile dal presidente di Ambiente Basso Molise, Luigi Lucchese, alla presenza dei carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fratino ferito, curato a Pescara e guarito: ora può tornare "a casa"

IlPescara è in caricamento